Il CUOPPO DI PESCE FRITTO lo street food partenopeo che ha conquistato tutti, ecco come farlo a casa!

    Avete mai preparato il cuoppo di pesce fritto a casa per stupire i vostri ospiti a cena? Ecco la ricetta perfetta da seguire!

    Chiunque ha avuto la fortuna di visitare Napoli non ha potuto che assaggiare la classica pizza napoletana, cotta al forno a legna e quella fritta ripiena. Ma la Campania vanta di tantissime ricette non solo salate ma anche dolci. Spesso si tratta di piatti semplici, che si preparano con pochissimi ingredienti ma che hanno quel cosa che li rende unici e invitanti. Come avete letto di recente la torta caprese, una bontà unica, non solo anche salsicce e friarielli per non dimenticare delle melanzane a funghetto, non solo questo ma ci sono dei cibi street food che hanno dell’incredibile, il cuoppo fritto ad esempio. A Napoli è famoso il cuoppo, non solo di pesce fritto, ma anche di terra, con verdure e latticini, poi quello dolce con frittelle allo zucchero. Ma oggi vogliamo proporvi questa ricetta che potete servire ad una cena a buffet, il cuoppo di pesce fritto.

    LEGGI ANCHE->INSALATA PANTESCA: la ricetta tradizionale e mediterranea dell’Isola di Pantelleria

    CUOPPO DI PESCE FRITTO: la ricetta per farla a casa

    cuoppo pesce
    (Adobestock photo)

    Una ricetta che sta spopolando, perfetta quando volete stupire gli ospiti a cena, si presta benissimo come secondo piatto o come sfizioso stuzzichino prima di cena. Ecco come prepararlo tra le mura domestiche.

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 15 minuti

    Tempo di cottura: 20 minuti

    Tempo totale: 35 minuti

    Ingredienti:

    • 600 g di calamari interi
    • 500 g di triglie piccole
    • 500 g di gamberetti
    • 400 g di alici piccole
    • olio di semi di arachide
    • sale fino q.b.
    • limone intero
    • semola di grano duro rimacinata q.b.

    Preparazione:

    1. Per poter preparare questo cuoppo, dovrete iniziare a lavare bene il pesce pulito, vi consigliamo di farlo fare al vostro pescivendolo così ottimizzerete il tempo.
    2. Dopo di che dovrete far sgocciolare bene il pesce all’interno di uno scolapasta e poi asciugate per bene. Solo i calamari dovrete tagliare a rondelle, il resto lasciate così.
    3. In un piatto ampio mettete la semola di grano duro, prima di friggere il pesce lo passate nella semola, in modo che la semola non avrà il tempo di inumidirsi e solo così la frittura sarà perfetta.
    4. Mettete in una padella ampia versate abbondante olio di semi di arachide e fatelo riscaldare per bene, poi dopo friggete un pò alla volta senza mettere troppo pesce in padella perchè rischiate di far raffreddare l’olio e non si garantirà una frittura perfetta e croccante. Friggete il pesce.
    5. Man mano togliete il pesce fritto e fate asciugare bene dall’olio, basta  adagiare il pesce su un piatto da portata con carta assorbente da cucina, poi mettete nel cuoppo di carta, aggiungete un pò di sale e  lo spicchio di limone. Servite e gustate!

    LEGGI ANCHE->CACCIUCCO alla LIVORNESE: la tipica zuppa di pesce di origini povere ma speciale

    Trucco da mamma:

    Se volete una frittura più leggera potete utilizzare la farina di riso!

    INGREDIENTI