Carciofi alla giudia, il contorno romano più buono che c’è

Aprile 15, 2021Sonja Tulli
ricetta carciofi alla giudia

Prep time: 15 minuti

Cook time: 15 minuti

Serves: 4 persone

I carciofi alla giudia hanno origine molto antiche, piatto romano, nato nel ghetto ebraico della capitale romana. Sono un tipico piatto della cucina giudaico-romanesca.

La ricetta consiste, fondamentalmente, in una frittura di carciofi, per realizzare questa ricetta servono rigorosamente i carciofi cimaroli, che sono la varietà migliore che c’è. Oggi sono sempre molto apprezzati, nel ghetto di Roma, nel cuore del quartiere ebraico, ci sono molti ristoranti famosi proprio per mangiare questo tipico contorno romano, perchè in questa zona, la ricetta si tramanda da generazione in generazione assieme alla carbonara e all’ amatriciana,

Vi alleghiamo anche il video della mitica Sora Lella, dove spiega come degustare al meglio in carciofo alla giudia e ci fa sognare come sempre, perchè lei era la numero uno della cucina romana.

Visualizza Layout Stampa
Stampa Ricetta
Chiudi Stampa

Ricetta Carciofi alla giudia

  • Tempo preparazione: 15 minuti
  • Tempo di cottura: 15 minuti
  • Tempo totale: 30 minuti
  • Dosi per: 4 persone

il carciofo alla giudia è un contorno romano, che si tramanda da molti anni, la ricetta è molto semplice e veloce, il segreto è pulire bene i carciofi e portare l'olio ad una temperatura giusta. Quando sarà fritto diventerà come un fiore che tutte noi donne e mamme vorremmo.

Ingredienti

  • 4 carciofi cimaroli
  • 1 limone
  • 1 e 1/2 l olio per friggere
  • q.b sale
  • q.b pepe

Preparazione

  • 1)

    Pulite i carciofi delle foglie più dure e tuffateli in acqua fredda con il limone, sgocciolateli  e tenendoli per il gambo, pressateli su un piano da lavoro in modo tale che le foglie si allargano un pò. Aggiungete sale e pepe dentro e fuori.

  • 2)

    Prendete una pentola alta e scaldate a fiamma media abbondante olio, immergetevi i carciofi e fate friggere per circa 12 minuti, rigirandoli con una forchetta. Quando iniziano a diventare dorati controllate alla base il gambo che dovrà essere leggermente al dente. Prendeteli con la schiumarola e metteteli su in piatto con la carta assorbente.

  • 3)

    Ora riportate l ‘olio di nuovo a temperatura  a 170 gradi

Nutrition

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe