Biancomangiare: la versione light del dolce al cucchiaio siciliano

    Il biancomangiare è un dolce al cucchiaio tipico siciliano: ecco la versione light e veg tutta da provare, perfetta anche per chi è intollerante al lattosio.

    Il biancomangiare è una sorta di budino tipico della Sicilia, importato molto probabilmente dagli Arabi. Un dolce al cucchiaio fresco e leggero che in questo caso abbiamo preparato in una versione ancora più light e veg. 

    biancomangiare light
    Canva photo

    In questo ricetta, infatti, utilizzeremo il latte vegetale anziché quello vaccino, dunque, si tratta di un dolce che potremo servire anche a chi soffre di intolleranza al lattosio. Inoltre, per prepararlo non si utilizzeranno nemmeno le uova, né la colla di pesce, per addensare basterà solo l’amido di mais. 

    Dal sapore delicato e con un sentore di mandorle, visto che utilizzeremo proprio il latte di mandorla, il biancomangiare è perfetto da servire per un fine pasto senza appesantire i commensali. Scopriamo la ricetta facile facile.

    Ecco la ricetta del biancomangiare versione light

    Il biancomangiare è un dolce notoriamente leggero, di cui già vi avevamo fornito la ricetta, ma con il latte vaccino.

    biancomangiare light
    Canva photo

    In questo caso invece vogliamo realizzarlo in versione veg e ancora più light utilizzando il latte di mandorla. Altrimenti si potrà optare per un altro latte vegetale come quello di riso o soia.

    Simile ad un budino o ad una panna cotta, il biancomangiare è un po’ più morbido e meno gelatinoso. Scopriamo subito come si prepara.

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 10 minuti

    Tempo di cottura: 3 minuti

    Tempo di riposo: 5 ore

    Tempo totale: 5 ore e 13 minuti

    Ingredienti:

    • 500 ml di latte di mandorla
    • 30 g di zucchero di canna
    • mezza bacca di vaniglia
    • 50 g di amido di mais
    • q.b. cannella
    • q.b. granella di pistacchio
    • q.b. scorze di limone

    Preparazione

    1. Iniziamo mettendo in un pentolino l’amido di mais setacciato, lo zucchero di canna e la cannella.
    2. Apriamo la bacca di vaniglia e mettiamo i semini dentro al latte di mandorle. Mescoliamo. Ora versiamo il latte di mandorle( che potremo anche preparare in casa) a filo nel entolino delle polveri. Mescoliamo bene volendo anche aiutandoci con una frusta a mano cercando di non far formare grumi.
    3. Accendiamo il fuoco e a fiamma bassa lasciamo addensare il composto.
    4. Trasferiamolo in uno stampo per budino in silicone e lasciamo raffreddare in frigorifero per almeno 5 ore.
    5. Una volta trascorso il tempo riprendiamo lo stampo dal frigorifero. Sformiamolo e decoriamo con la granella di pistacchio e scorzette di limone.

    Trucco da mamma:

    Per sformare il biancomangiare dallo stampo, una volta che sarà passato il tempo di riposo in frigorifero, potremo mettere lo stampo stesso in acqua tiepida per pochi secondi stando attenti a non far entrare acqua nel dolce. In questo modo si dovrebbe togliere più facilmente dallo stampo.

    INGREDIENTI