Quanti strati deve avere una lasagna perfetta?

Marzo 8, 2021Francesca
lasagna al forno

Quanti strati deve avere una lasagna perfetta? Se anche tu te lo sei chiesto oggi proviamo a darti, una volta per tutte, la risposta.

Da che cosa dipende la realizzazione di una lasagna perfetta? Alcuni risponderebbero che la chiave è nella scelta della pasta, altri dalla realizzazione di un ragù impeccabile e altro ancora vi parlerebbero di un numero magico.

Già perché in molti sostengono che la vera perfezione di una lasagna si evince dal numero di strati che la compone.

Troppo pochi avremmo una lasagna secca e decisamente poco gustosa, troppi invece darebbero luogo a un piatto decisamente pesante e di difficile edilità.

Quale sarebbe allora il numero perfetto? Be’, non esiste nulla di ufficiale, ma la tradizione ha fornito alcune risposte molto soddisfacenti e noi oggi siamo qui per illustrarvele.

Lasagna perfetta, quanti strati?

lasagna
Foto da Unsplash

In cucina si sa, anche l’occhio vuole la sua parte.

Una lasagna alta e compatta soddisfa la vista così come il gusto, ma quanto deve essere alta la lasagna perfetta? “Quanti strati occorrono?” è tra le domande più diffuse quando si parla di questo piatto della tradizione.

Naturalmente una regola fissa non c’è a una lasagna che si rispetti pare non possa avere meno di quattro strati, cinque sarebbero ancora meglio.

Occorre però specificare che anche un numero eccessivo di strati non sarà affatto positivo. La teglia deve infatti poter contenere con precisione l’interezza della lasagna così che il tutto si possa amalgamare al meglio e insaporire per bene.

Infine, siate generosi con il condimento tra uno strato e l’altro, ma senza esagerare, soprattutto se volete farla alta. In caso di pasta secca sarà infatti importante coprire per bene tutta la sfoglia così che i bordi non rimangano secchi. A tale scopo sarebbe preferibile anche utilizzare una teglia in vetro, trasparente, che permetta di monitorare il livello di cura la cottura.

Lasagna con ragù di verdure
Foto:Adobe Stock

Poche accortezze dunque e la vostra lasagna sarà perfetta in ogni suo singolo morso.

Non resta che andare in cucina e sottoporre questa teoria alla prova dei fatti: siete pronte per mettervi subito all’opera? Buona lasagna a tutte!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post