Pasta fillo fatta in casa: consigli indispensabili

Aprile 3, 2021Redazione
fogli pasta fillo

La pasta fillo è una pasta molto fine, di origine greca, molto versatile. Si presta infatti, a essere utilizzata sia in preparazioni salate che dolci. Ecco semplici consigli per realizzarla.

Nonostante sia considerata una preparazione abbastanza difficile sulla carta, nella pratica è abbastanza semplice. Inoltre, il gusto e il sapore saranno completamente diversi da quella preconfezionata, acquistata al supermercato.

Questa pasta è composta da numerosi fogli, molto sottili, che vengono sovrapposti per creare la tipica sfogliatura e l’aspetto croccante. È inoltre, una pasta versatile, che può essere cotta in modi diversi dalla classica cottura al forno.

Ecco alcuni consigli per ottenere una pasta fillo perfetta

Il difetto principale della pasta fillo, è che si secca velocemente. Di conseguenza è necessario coprire completamente la pasta con la pellicola trasparente, in modo che non prenda aria, in tutte le fasi della lavorazione.

È essenziale poi, rispettare i tempi della pasta sia per quanto riguarda l’impasto che il riposo. Affinché l’impasto risulti compatto è infatti necessario lavorarlo bene, per almeno 10 minuti. Mentre il tempo di riposo deve essere di almeno 30 minuti.

stendere pasta fillo
@Canva

Successivamente mentre stendete la pasta, usate pure in abbondanza la farina o l’amido di mais, per evitare che l’impasto si appiccichi. Tale farina infatti non viene incorporata all’impasto e diventa poi, più semplice stenderla senza romperla.

È poi consigliato utilizzare il burro al posto dell’olio. È risaputo, che se si utilizza l’olio, la pasta fillo, risulterà più croccante. Ma è anche vero che il burro le dà maggiore morbidezza e risulterà meno grassa nella preparazione.

Non è poi, assolutamente vero, che la pasta fillo fatta in casa, deve essere consumata immediatamente.

Infatti, se correttamente conservata può durare anche 4 giorni senza seccarsi. Per ottenere questo risultato, sarà necessario avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo.

Per conservazioni più a lungo si può anche congelare la pasta fillo preparata, ma sempre completamente avvolta nella pellicola. Il rischio in questo caso è che la pasta fillo si rompa, essendo molto fine.

Ecco quindi alcuni accorgimenti da seguire per la preparazione della pasta fillo. Elemento essenziale per le vostre preparazioni dolci o salate, specialmente ora che è arrivata la Pasqua.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post