Il pesto si annerisce? Ecco il trucco per evitare l’ossidazione

Aprile 5, 2021Francesca
pesto

Scopri il segreto per far sì che il vostro pesto di basilico non si annerisca mai più rimanendo sempre bello, brillante, buono e profumato.

Ne esistono varianti in gran numero ma il classico rimane lui, magico mix di basilico, olio, pinoli, aglio e parmigiano. E’ il pesto, uno dei classici condimenti della pasta usato però anche per bruschette o insalate un po’ più ricche del solito o altre numerose ricette di recupero.

La ricetta è di per sé semplice da realizzare ma vi è un piccolo ostacolo sul quale tutti, prima o poi, rischiamo di scivolare: il pesto si annerisce.

A che cosa è dovuto questo problema e, soprattutto, come evitarlo? Oggi proviamo a scoprirlo insieme, dopo aver già visto in pretenda i principali errori che concernono la preparazione del pesto.

Il trucco per non far annerire il pesto

pesto di basilico
Foto da Pixabay

Già dopo pochi giorni dalla sua preparazione, il pesto rischia di apparire più scuro, per così dire si annerisce.

Come accade anche con altri ingredienti e preparazione ciò è dovuto al così detto processo di ossidazione che però è possibile prevenire con alcune specifiche accortezze.

La prima mossa sarà riservare alcune accortezze alle foglie di basilico che, prima di esser usate, andranno asciugate come strema cura, eliminando anche la più piccola gocciolina di acqua: così facendo impediremo al basilico di assorbire acqua e accelerare in questo modo l’ossidazione.

La seconda accortezza riguarderà come andremo a conservare il nostro pesto. Sebbene ciò può spaventare rispetto al mantenimento della linea, risulta opportuno versare all’interno del composto un’aggiuntiva quantità di olio. Così facendo si creerà uno strato protettivo poiché l’olio contribuisce naturalmente al rallentamento del processo di ossidazione, nonché permetterà al pesto di conservarsi più a lungo.

Osservando queste due semplici accortezze ecco che garantiremo non solo lunga vita al nostro pesto ma anche una vita all’insegna del verde più brillante, colore che poi passerà ai nostri piatti rendendoli colorati e ancor più gradevoli.

Che ne dite allora, siamo pronte a combattere l’odiosa ossidazione del pesto di basilico? Ora sapete veramente tutto ciò che potrebbe aiutarvi nella missione, non resta che mettervi all’opera..

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post