Come realizzare un dolce perfetto con i 10 trucchi del maestro Ernst Knam

Febbraio 2, 2021Cristina Biondi
dolce perfetto knam

Il re della cioccolata ovvero il maestro Ernst Knam ci svela i trucchi per realizzare un dolce perfetto. Scopriamoli!

Non è solo il ‘re del cioccolato’ ma anche il protagonista di una serie di trasmissioni televisive tra cui varie edizioni di Bake off Italia, Che diavolo di pasticceria! ed altre andate in onda su Real Time.

Il maestro della pasticceria, di origini tedesche, ma naturalizzato italiano ci rivela i suoi consigli o meglio trucchi per realizzare un dolce perfetto. Un decalogo con le regole auree di uno dei pasticceri più affermati in Italia e non solo.

Piccoli accorgimenti che a molti di noi, semplici ‘comuni mortali’, possono spesso sfuggire. Ecco che allora il maestro ci svela i suoi segreti per preparare torte e dolci perfetti alla stregua di un vero pasticcere. Scopriamo di più.

Ecco i 10 trucchi del ‘re del cioccolato’ Ernst Knam per preparare un dolce perfetto

trucchi dolce perfetto knam
Foto Instagram @ernstknam

Si fa presto a dire facciamo un dolce. La pasticceria infatti non è una cosa per tutti e a differenza di tante ricette salate quelle dolci hanno bisogno di una certa precisione per essere realizzate a dovere.

Quando si prepara una torta quindi è bene non affidarsi al caso ma seguire passo passo il procedimento e curare i dettagli con dovizia.  A venirci in aiuto ci ha pensato niente di meno che il maestro Ernst Knam definito anche come il ‘re del cioccolato’. 

Precisione, maestria e genio fanno di Knam uno dei più grandi pasticceri del momento. E dopo averci dilettato con la crostata al cioccolato, un tripudio di bontà, ideale anche da servire per San Valentino, scopriamo quali sono i suoi segreti per preparare un dolce perfetto. Ecco il suo decalogo.

1) Non avere paura. La prima regola quando si prepara un dolce è non avere paura ma prendere la cosa come un piacere, un divertimento. Perciò divertiamoci prima di tutto. 

2) Materie di prima qualità. Per il maestro non c’è dubbio, la scelta delle materie prime inficerà anche sul risultato della nostra torta. Quindi scegliamo solo ingredienti di altissima qualità. Questo ci permetterà di risparmiare anche sulle dosi visto che i sapori dei prodotti di qualità sono più decisi.

3) Usare la bilancia. O altri metodi per pesare gli ingredienti. Le dosi non devono essere a occhio a pesate a dovere perché la pasticceria è chimica. 

4) Prestare attenzione ai passaggi. Come sopra. Non solo gli ingredienti ma anche i passaggi della ricetta sono fondamentali. Quindi leggiamo bene le indicazioni ed eseguiamo in maniera meticolosa i passaggi.

5) Tempo. Andiamo con calma, non c’è cosa peggiore che preparare un dolce con la fretta. E poi assaggiamo sempre. 

6) Attenzione alla frutta. Un trucco per non far sprofondare mele, ciliegie e quant’altro nell’impasto e ritrovarle tutte in fondo alla torta è infarinarle prima. Questo trucco ve lo avevamo svelato anche noi di mammeincucina.it sia a proposito delle mele, ma anche con le gocce di cioccolato. Inoltre, il maestro consiglia di usare sempre la frutta di stagione.

7) Albume montato. L’unico dolce dove l’albume deve essere completamente montato a neve è la meringa, in tutti gli altri, secondo il ‘re del cioccolato’, le chiare dell’uovo devono essere montate a circa tre quarti, in questo modo si favorirà ulteriormente la crescita durante la cottura. Questo permetterà all’impasto di risultare più morbido. 

8) Zucchero nell’albume. Un altro trucco è di aggiungere lo zucchero nell’albume prima di montarlo. 

9) Cottura a bassa temperatura. Non esagerare con le temperature troppo elevate, spiega il maestro, questo per evitare che il dolce bruci all’esterno e resti crudo all’interno. Meglio quindi restare un po’ più bassi con il calore. Il maestro inforna intorno a 165°-170°C. 

non mangiare cioccolato
Foto da Pixabay

10) Cioccolato. Dovrà essere di qualità ed è importante che sia fondente al 60%. Altrimenti si può sceglierne uno particolare come i monorigine tipo Ghana o Ecuador. 

(Fonte: Elle.com)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post