Come far mangiare i cavoletti di Bruxelles ai bambini

Marzo 19, 2021Redazione

Il cavoletto di Bruxelles è forse l’ortaggio più odiato dai bambini, a causa del loro odore penetrante. Considerato però il loro valore nutrizionale andiamo a scoprire come far mangiare ai nostri figli questo ortaggio.

Questo tipo di verdura è ricca di vitamine del gruppo B, ferro, potassio, calcio, fosforo e altri nutrienti molto importanti per lo sviluppo fisico di un bambino, per questo è essenziale introdurlo nella loro alimentazione.

Obbligare nostro figlio a mangiarli però, non è la soluzione migliore. Ciò che si può  fare è, da un lato, imparare a cucinarli in modo tale da evitare quell’odore forte e fastidioso che emanano in cottura. Dall’altro lato, una volta cotti, creare degli abbinamenti tali da nasconderne l’odore e il gusto.

Idee per far mangiare i cavoletti di Bruxelles ai bambini

Alcune persone, per eliminarne l’odore, mettono una tazzina ripiena di aceto sopra la pentola. Altri invece, aggiungono direttamente all’acqua di cottura qualche foglia di alloro, qualche cappero, una pallina di mollica di pane imbevuta nell’aceto.

Ad alcuni bambini però, non piace neppure il gusto amaro. In questo caso, si possono prendere i cavoletti di Bruxelles cotti e caramellarli in una padella antiaderenti con un goccio d’acqua e dello zucchero.

Un’altra idea per nascondere il gusto dei cavoletti, è quello di cuocerli per 20 minuti in acqua calda bollente, una volta pronti, metterli in una pirofila, ricoprirli di panna o besciamella e metterli in forno per 5 minuti circa.

Se però i vostri figli non ne vogliono proprio sapere, l’unica cosa da fare è creare una vellutata con zucchine e porro, in modo da coprire il gusto del cavoletto di Bruxelles.

Insomma, nonostante sia una verdura difficilmente adattabile ai bambini, esistono degli stratagemmi per fare in modo che la mangino. Volendo si possono aggiungere, se al bambino piacciono, delle spezie, come il cumino o il curry dolce che ne modificano il gusto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post