Come evitare di far ammuffire il formaggio in frigo? Ecco i trucchi

formaggio
Foto:Freepik

E’ capitato a tutte di aprire il frigo e notare della muffa sui formaggi, ma se seguite i nostri trucchi potete conservare correttamente il formaggio senza spiacevoli soprese.

In cucina non va posta attenzione solo alla preparazione delle pietanze, ma anche alla conservazione sia per i cibi secchi che quelli facilmente reperibili. Infatti quando si devono conservare i cibi in frigorifero è necessario prestare attenzione per evitare che i cibi possano ammuffirsi. Questo potrebbe accadere ai formaggi che possono sviluppare la muffa e quindi per rimediare a tutto ciò, ecco i trucchi da seguire per conservare correttamente il formaggio.

Come conservare il formaggio in frigo: ecco i trucchi

Si sa, è inutile negarlo alcuni cibi come i formaggi possono ammuffirsi se conservati nel modo sbagliato. Talvolta bastano pochi e semplici trucchi per garantire la corretta conservazione dei formaggi preservando il loro sapore.

formaggi
Foto: Adobe Stock

I formaggi si possono conservare  bene solo adottando alcuni piccoli accorgimenti. Sicuramente andranno messi in frigo, ma dipende da l tipo di formaggio alcuni richiedono una temperatura più alta del frigo intorno ai 14-16 gradi e quindi vanno bene anche in cantina.

La temperatura di conservazione varia in base al tipo di formaggio:

  • Freschi. La temperatura adatta deve essere compresa tra i 2 e 4°, quindi si mettono nella parte più fredda del frigo.
  • Stagionati. Come parmigiano reggiano, pecorino hanno necessità di una temperatura più alta tra i 8-10°.
  • Semi stagionati. Come provola, caciotta si devono conservare ad una temperatura compresa tra 6-8°.

Stabilite le temperatura si deve precisare che se i formaggi vengono conservati ad una temperatura poco adatta si potrebbe andare incontro allo sviluppo di muffa. Non solo anche il contenitore che contiene il formaggio potrebbe esserne la causa perchè poco adatto e non fa respirare. La pellicola per alimenti ad esempio non andrebbe utilizzata perchè non farebbe circolare aria  impedendogli di respirare.  Visto che i formaggi contengono grassi e oli assorbiranno a lungo andare l’odore della plastica.

La carta è la soluzione ideale per poter conservare bene i formaggi, certo che il trucco è efficace solo per i formaggi stagionati e non di certo per i freschi. Ma se non volete che i formaggi possano ammuffirsi dovrete avere l’accortezza di sostituire ogni giorni la carta e non solo deve aderire bene al formaggio. Discorso ben diverso per i formaggi freschi che di solito nell’arco di pochi giorni si devono consumare, vanno bene in contenitori di plastica, in commercio ce ne sono diversi specifici proprio per i formaggi. Se avete della carta forno potete avvolgerli e poi metterli nel contenitore.

In caso di formaggi con poca muffa non preoccupatevi ecco come rimediare. Se è presente sui formaggi semi stagionati e stagionati potete rimuoverla se non è molta muffa e poi li consumate in poco tempo. Se la muffa è sulla crosta potete grattugiare. In caso di muffa su formaggi freschi non dovrete fare altro che buttarli.

allerta formaggi
Formaggi vari – Fonte: Adobe Stock

Trucco da mamme

Un piccolo consiglio ricordate che per evitare contaminazioni è preferibile tenere sempre i formaggi lontani da carne, uova, pesce, frutta e verdura e sempre coperti. Evitate di congelare il formaggio se volete preservarne le caratteristiche organolettiche. Purtroppo una volta scongelato si potrebbe alterare la pasta e non potreste più percepire sapore e aroma. Prima di servire il formaggio, se volete percepire tutto il suo sapore e gusto, tiratelo dal frigo almeno un’ora prima, accertatevi solo che la temperatura non superi i 16°. Ricordate che il gorgonzola si conserva meglio nella confezione originaria o nel foglio di alluminio, si sa che lascia un odore forte in frigo quindi è opportuno coprirlo bene. Questo è il formaggio con muffa che si può gustare a differenza di quelli che sviluppa la muffa per cattiva conservazione.