Nuova allerta alimentare per semi biologici

Novembre 26, 2020Danila Franzone
semi di sesamo

Sul sito del Ministero della salute è stata esposta una nuova allerta alimentare per dei semi di sesamo biologici.

I semi di sesamo sono ormai da diverso tempo al centro del mirino per via di una grande partita giunta dall’India e contenente ossido di etilene in quantità superiori a quelle stabilite per legge.

Per questo motivo, sono ormai tanti i prodotti di soli semi o di panificati e alimenti che li contengono ad aver subito dei richiami importanti. Tra questi uno recente riguarda un lotto di semi di sesamo biologici.

Richiamo per semi di sesamo biologici

allerte alimentari
segnale di divieto con coltello e forchetta – Fonte: Adobe Stock

La nuova allerta arriva dal sito del Ministero della Salute che ha reso nota la presenza di ossido di etilene in un lotto di semi di sesamo bio. A seguire tutte le informazioni necessarie per riconoscerli.

  • Nome: Semi di sesamo BIO – Codice Articolo 10280
  • Numero di lotto: 01/1438
  • Marchio: Padovana Macinazione Srl
  • Stabilimento: Via dell’Industria 72/1
  • Confezione da 500 g

Come già detto il motivo del richiamo è dovuto alla quantità di ossido di etilene riscontrata nei semi di sesamo. Per questo motivo il consiglio, qualora si avesse il lotto sopra citato in casa, è quello di non consumare i semi e di riportarli al punto vendita in modo da ottenere un rimborso o un cambio del prodotto.

Una particolare attenzione va posta anche qualora si fossero già consumati i semi di sesamo sopra indicati. In tal caso, infatti, anche in assenza di sintomi, il consiglio è quello di sentire il proprio medico curante.

Perché viene usato l’ossido di etilene

pericolo
segnale d pericolo – Fonte: Adobe Stock

Come ormai sapranno in molti, l’ossido di etilene è una sostanza potenzialmente dannosa. Se presente in quantitativi elevati, infatti, può provocare danni ai reni. Oltre a ciò risulta essere cancerogeno.

Il motivo per cui viene comunque usato dipende dalla sua potente azione come pesticida. La presenza di ossido di etilene negli alimenti consente infatti di tenere lontani gli insetti. Inoltre evita la formazione di muffe, altro problema importante quando si parla di alimentazione.

Ricordiamo che proprio in questi giorni è uscita un’allerta alimentare per dei prodotti destinati alla prima colazione ed un richiamo alimentare per dei semi vari. In entrambi i casi, il motivo del richiamo è stato sempre riconducibile alla presenza di ossido di etilene in concentrazioni più alte rispetto a quelle previste per legge. Continuate a seguirci per restare sempre aggiornate sulle varie allerte. Un modo per mangiare sicuri e per prendersi cura dei propri cari.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post