È tempo di cozze, ma attento: solo così capisci al volo se sono freschissime e buone | Guarda sempre questo dettaglio

Prima di mangiarle assicurati che siano fresche: come capire se le cozze sono buone oppure no, è questo il dettaglio che non deve sfuggirti!

Sono una delle specialità di mare che di frequente amiamo portare in tavola. Arricchiscono i nostri piatti donando a questi un sapore fresco e gustoso. Le cozze, dette anche mitili, sono di sicuro una varietà di molluschi molto apprezzata in cucina.

come capire se le cozze sono fresche
Come capire se le cozze sono fresche: il dettaglio fondamentale – (mammeincucina.it)

Tuttavia, per un consumo regolare, ma soprattutto sicuro, è fondamentale assicurarsi al momento dell’acquisto che l’alimento sia fresco.

Come fare per capirlo? Ci sono sicuramente dei dettagli ai quali potremmo fare attenzione così da esser certi di portare a casa un prodotto di qualità! Per delle cozze freschissime e di qualità ecco cosa devi guardare: non puoi lasciarti sfuggire questi particolari quando a rischio c’è la tua salute!

Assicurati che siano freschissime: solo così potrai fare la tua scorpacciata di cozze

Appetitose, gustose e molto versatili in cucina. Prima però di poter cucinare le cozze è necessario verificare la loro freschezza. Per evitare di lasciarci tirare in inganno e mettere in pericolo la nostra salute, dovremmo fare attenzione ad alcuni particolari, ma che potrebbero soprattutto far storcere il nostro naso. Ecco di fatti, cosa bisogna guardare quando acquistiamo le cozze:

come capire se le cozze sono fresche
Ecco il trucco per capire se le cozze sono freschissime – (mammeincucina.it)
  • Far caso ai gusci: se questi sono rotti o aperti non è un buon segno. Al momento dell’acquisto, le cozze dovrebbero essere tutte chiuse nei propri gusci. Entrambi, ovvero le valve, dovranno essere perfettamente intatti.
  • Sono sicuramente da preferire le cozze in retina. Nel momento in cui le acquistiamo dovremmo far caso al ‘suono’ delle stesse racchiuse nella rete. Se il suono emesso sarà ‘vuoto’ allora vorrà dire che le cozze all’interno non saranno ideali da consumare; al contrario, se il suono sarà pieno e ‘vivo’ allora di sicuro la qualità e la consistenza ripagheranno.
  • Attenzione soprattutto all’odore che dovrà ricordarci immediatamente quello del mare, salmastro e delicato. Se invece quello che emanano si rivela piuttosto pesante, allora faremmo bene a non acquistarle.
  • Ma per capire se realmente il prodotto è fresco, e fare pertanto la cosiddetta ‘prova del nove’, dobbiamo utilizzare del limone. A guscio aperto, ci basterà spruzzarne qualche goccia sulle stesse. Se queste saranno vive, saranno anche particolarmente reattive muovendosi, quando avvertiranno lo spruzzo del succo di limone.

Come pulire le cozze

Una volta portato a casa il nostro bottino, siamo di fronte ad un altro passaggio da compiere per poterle mangiare in completa sicurezza. Dobbiamo di fatti pulire le cozze in maniera accurata per eliminare ogni traccia di impurità. Per farlo, possiamo provvedere a pulirle con un metodo semplicissimo che si avvale dell’impiego di sale grosso ed una busta per alimenti.

  • Quello che dobbiamo fare è sistemare le cozze in una busta capiente (dopo aver scartato eventualmente quelle danneggiate) e ricoprirle con del sale grosso.
  • Chiudiamo la busta praticando un nodo ben saldo ed a questo punto non dobbiamo fare altro che sfregare la busta. In questo modo, l’azione del sale gratterà via tutte le impurità presenti sui gusci.
  • A quel punto, potremo poi risciacquarle accuratamente e provvedere alla loro cottura!