La pasta frolla senza uova è troppo friabile? Gli errori da non commettere

Se la pasta frolla senza uova è troppo friabile, molto probabilmente qualcosa è andato storto. Ecco i possibili errori che hai commesso.

La pasta frolla senza uova si può preparare facilmente in pochissimi e semplicissimi step per una versione più leggera e diversa. Magari la scelta di preparare un impasto senza le uova nasce dal fatto di non ritrovarsi in frigo le uova oppure non ci si accorge che sono scadute.

pasta frolla senza uova friabile
(Adobe Stock photo)

Però per quanto possa essere banale la preparazione, si possono nascondere una serie di insidie che possono davvero mettere a dura prova la buona riuscita della pasta frolla senza uova. Quindi se non vuoi ritrovarti con una pasta frolla senza uova troppo friabile, sarebbe opportuno evitare questi banali errori.

Pasta frolla senza uova: ecco gli errori da non fare mai

La pasta frolla è una preparazione base che permette la preparazione di tantissimi dolci non solo biscotti, crostate, solitamente si prepara con le uova. Talvolta nasce l’esigenza di preparare proprio l’impasto della pasta frolla senza le uova e i motivi possono essere diversi.

pasta frolla senza uova friabile
(Canva photo)

Il più comune è che le uova in frigo sono scadute, piuttosto che finite. Altre volte si potrebbe essere allergici alle uova o semplicemente si segue un’alimentazione vegana. Però è importante sapere che, quando si prepara la pasta frolla senza le uova potrebbe accadere una cosa. Al momento della stesura dell’impasto potrebbe risultare troppo friabile e quindi ti sveliamo gli errori da evitare.

Quando si prepara la pasta frolla senza uova, sarà necessario utilizzare i seguenti ingredienti, farina, latte, olio o burro, zucchero semolato, buccia grattugiata del limone e il lievito.

Il primo errore da non fare sbagliare la ricetta preparando così un impasto sbagliato. E’ necessario seguire passo passo la ricetta ma occhio ai cambiamenti. C’è chimica tra gli ingredienti, non si può sostituire un ingrediente con un altro così ci sono delle proporzioni da seguire. Per circa 300 g di farina occorrono 120 g di burro che deve essere a temperatura ambiente. Se si tira dal frigo e si utilizza direttamente si rischia di preparare un impasto che non avrà la giusta consistenza e la pasta frolla sarà troppo morbida.

Quindi procedere mettendo in una ciotola la farina setacciata, lo zucchero e il lievito e si mescola per bene con un cucchiaio. Poi aggiungere la scorza grattugiata del limone, prestando attenzione a non grattugiare anche la parte bianca, con questi trucchi non sbaglierai.

Aggiungiamo adesso il burro a pezzetti, che deve essere morbido, amalgamiamo per bene il tutto fino ad ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa. L’errore che molti commettono è aggiungere tutto il latte, assolutamente no!

Pasta frolla senza uova
(Canva photo)

Il latte va aggiunto un po’ alla volta, nel frattempo si lavora l’impasto con le mani. Non appena si formerà un impasto sodo e senza grumi e soprattutto non si appiccicherà alle mani, fino a formare un panetto sodo e non appiccicoso. In questa fase è necessario non commettere l’errore di avvolgere la pellicola al panetto anche se l’impasto risulta appiccicoso, sarebbe opportuno aggiungere dell’altra farina.

Solo così la pasta frolla senza uova sarà perfetta e si potrà conservare a lungo, per 3 giorni in frigo, l’importante è avvolgere la pellicola trasparente.

La pasta frolla senza uova non sarà troppo friabile se si eviteranno questi banali errori!