Ecco il motivo per cui le POLPETTE di CARNE sono DURE: scopri l’ERRORE che si commette più spesso

polpette carne dure errore
Canva photo

Se vi siete chiesti perché alcune volte le polpette di carne sono dure: ecco spiegato l’errore che si commette più spesso. 

Alzi la mano a chi almeno una volta non abbia cucinato delle polpette di carne dure e quindi poco appetitose da mangiare? Purtroppo tra i tanti inconvenienti che possono capitare in cucina c’è anche quello di sbagliare qualcosa durante la preparazione.

A volte anche una semplice passaggio che ci appare poco rilevante rischia invece di rendere il piatto immangiabile o comunque non gradevole. Un vero e proprio peccato, se pensiamo anche al tempo che investiamo davanti ai fornelli togliendolo magari a qualche hobby, o al riposo.

E allora è anche questo il caso di quando vogliamo cucinare qualcosa di gustoso per la nostra famiglia e poi incappiamo nell’errore, spesso banale, che ci rovina tutto il piatto. Pensiamo alle polpette di carne. Un classico della cucina italiana che spesso le mamme preparano per i propri figli proprio perché si tratta di un cibo a loro gradito. Peccato però se le nostre polpette alla fine vengano dure, praticamente immangiabili. Ecco l’errore che più spesso si commette quando si preparano.

LEGGI ANCHE –> Per preparare delle polpette di carne perfette evita questi errori 

Ecco l’errore che rende le polpette di carne dure

Le polpette di carne, cotte in umido e quindi con il pomodoro o semplicemente in padella con l’olio, ma anche fritte, sono un classico della cucina italiana ma ormai diffuse in ogni parte del globo. Possono avere infinite varianti e sono davvero un cibo considerato comfort food, perché appagante, gustoso, consolatorio.

Non è un caso che le polpette siano uno dei piatti preferiti anche dai bambini che possono facilmente consumarle perché tenere e facili da masticare. Cosa succede però se le polpette vengono dure?

polpette carne dure errore
Canva photo

Si tratta di un inconveniente che può capitare con le polpette, specie se abbiamo regolato male le dosi dell’impasto. A meno che non siamo esperte in cucine e ormai riusciamo ad andare così bene ad occhio che ci regoliamo senza dosare nulla, (e allora tanto di cappello!) dobbiamo misurare bene gli ingredienti.

Già perché le polpette per avere la giusta consistenza devono essere ben bilanciate negli elementi che mettiamo per preparare l’impasto. In particolare uno degli ingredienti che nelle polpette di carne non manca quasi mai, a meno che non si sia allergici è l’uovo.

Esso è ottimo per legare l’impasto ma se ne utilizziamo troppo rischiamo di ottenere l’effetto contrario, ovvero polpette dure e stoppacciose, praticamente immangiabili.

Inoltre non dobbiamo farci ingannare dalle uova, perché se all’inizio rendono l’impasto più morbido e scivoloso poi con la cottura tendono a cambiare la consistenza, rendendo le nostre polpette gommose o nella peggiore delle ipotesi dure.

Specialmente se le cuociamo a lungo o le riscaldiamo questo problema si accentuerà ancora di più rendendo di fatto le nostre polpette davvero poco appetitose. Qual è allora la giusta quantità di uova?

In genere dobbiamo regolarci mettendo 1 uovo ogni 350-400 grammi di carne. E se utilizzo meno carne? In tal caso conviene mettere non tutto l’uovo e se proprio dobbiamo correggere il tiro aggiungiamo un po’ di latte in più. In genere per questa quantità di carne ci servirà una fetta di pane, meglio se integrale perché meno collosa, bagnata con mezzo bicchiere di latte.

LEGGI ANCHE –> Mai più POLPETTE DI CARNE dure e secche, l’ingrediente magico è svelato

E ora che conoscete l’errore più comune che molto spesso si commette le vostre polpette non saranno più dure.