Come CONGELARE IL PESTO DI BASILICO: i trucchi per non sbagliare!

congelare pesto basilico
(Adobestock photo)

Lo sai che il pesto di basilico si può congelare? In questo modo potrai utilizzarlo per condire la pasta anche in inverno, ecco i trucchi!

Il pesto di basilico è uno dei condimenti più conosciuti e apprezzati da tutti, non si può fare almeno. Un condimento dal sapore intenso e inconfondibili. C’è chi acquista il pesto confezionato che si trova nel banco frigo del supermercato, chi preferisce prepararlo a casa, perchè occorre davvero pochissimo tempo. Sarebbe bello servire alla vostra famiglia o ospiti un piatto di pasta condita con il pesto di basilico anche in inverno. Si può, nessuno ve l’ha detto prima che il pesto di basilico si può congelare, ecco come. Segui i trucchi di Mammeincucina e tutto sarà perfetto, come per magia!

LEGGI ANCHE->Come fare (perfettamente) la COTOLETTA: dalla panatura alla frittura

CONGELARE IL PESTO DI BASILICO con questi trucchi

Con gli spaghetti, penne, rigatoni, trofie e gnocchi, il pesto di basilico si sposa benissimo con la pasta e non solo, potete anche spalmare su fette di pane o dei crostini e servire come sfizioso stuzzichino prima di cena.

Quindi sarebbe opportuno conoscere dei trucchi per poter congelare il pesto così potete gustare anche al di fuori della stagionalità del basilico. Scopriamoli insieme.

congelare pesto basilico
(Adobestock photo)

Si inizia subito dalla materia prima il basilico, quella consigliata per la preparazione del pesto è il basilico genovese. Quindi acquistate il basilico dal vostro fruttivendolo di fiducia a meno che non avete a disposizione le piante a casa da cui attingere le foglie.

Dopo averlo acquistato, eliminate quelle macchiate o secche, lavatele sotto acqua corrente fredda più volte. Lasciate sgocciolare per bene in uno scolapasta e poi adagiate su un piano da lavoro un canovaccio di cotone e fate asciugare per bene, così siete sicure di aver eliminato tutta l’acqua in eccesso. Non fate pressione sulle foglie schiacciandole perchè potreste rovinarle.

In un frullatore  o in un mortaio, mettete man mano le foglie, versate l’olio extravergine di oliva, l’aglio tagliato a dadini, pinoli, pecorino romano grattugiato. Frullate ad intermittenza per non far surriscaldare le lame. Non appena otterrete la giusta consistenza vi fermate.

Dovrete subito conservare il pesto. Scegliete voi il contenitore più adatto, sicuramente la vaschetta per il ghiaccio è più comoda, in base al numero degli ospiti scongelate le porzioni necessarie. Ecco come procedere.

LEGGI ANCHE-> Test personalità: SCEGLI UN PIATTO DI PASTA e ti dirò chi sei

Innanzitutto lavate per bene la vaschetta e asciugate, versate con un cucchiaio il pesto non fate fuoriuscire. Mettete nel freezer e fate solidificare tutto per una notte, poi lasciate così, oppure potete riporre in una busta per congelare alimenti. Appuntate la data do confezionamento e consumate entro sei mesi.

Quando vi occorre il pesto basterà tirare dal freezer le porzioni necessarie e far scongelare in frigo. Ricordate che una volta scongelato il pesto va consumato subito!