CELLULITE? Svelati 5 trucchi per contrastarla quando mangi

Mandarini
(Adobestock photo)

La cellulite è il cruccio di ogni donna, per combatterla si parte senz’altro dall’alimentazione, infatti un’alimentazione sana ed equilibrata può contribuire a contrastare questo disagio.

Oggi però vogliamo svelarvi 5 regole fondamentali per riuscire a tenere a bada la cellulite e sentirci meglio, scopriamo subito di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE -> Scopri perché non dovresti MAI SUCCHIARE I GAMBERI e utilizzare il loro brodo

CELLULITE OSTINATA? Segnati queste regole!

Non è altro che una condizione di tessuto adiposo sottocutaneo, uno strato di grasso presente sotto la cute, causato nella maggior parte dei casi da un accumulo di liquidi. Scopriamo 5 regole preziose per contrastare questo disagio purtroppo molto diffuso, con l’alimentazione e con delle corrette abitudini possiamo fare qualcosa!

Arancia
(Adobestock photo)

Questi 5 trucchi vanno bene per chiunque, sono delle semplici e utili abitudini da rispettare nella quotidianità:

  • Iniziamo con l’acqua, è preferibile berne almeno 2,5 l al giorno, in questo modo possiamo favorire il drenaggio dei liquidi.
  • Bene inoltre ridurre il sodio cercando quindi di evitare un’aggiunta di sale esagerata alle nostre pietanze e di conseguenza il consumo di cibi fin troppo salati.
  • Un’altra norma salutare per tutti e in particolare per chi soffre di cellulite ostinata è evitare il consumo di tutti quegli zuccheri detti semplici.
  • Mangiare quotidianamente ricche porzioni di frutta e verdura può aiutarci poiché contengono potassio e riusciranno sicuramente a bilanciare i nostri liquidi corporei.
  • Da abbandonare infine il consumo di acidi grassi saturi, privilegiate un’alimentazione a base di pesce, frutta secca per ricaricarci di energie e semi oleosi.

LEGGI ANCHE -> Sei a dieta? Scopri tutti i cibi con meno di 50 calorie!

In conclusione vi ricordiamo che questi sono semplicemente dei consigli per portare avanti una vita sana all’insegna del benessere ma è pur sempre indicato rivolgersi a degli specialisti poiché ogni donna è diversa dall’altra e quindi ha le proprie necessità e in questo caso i propri disturbi/fastidi/patolgie.