CONSERVARE A LUNGO LE PATATE, il trucco perduto vi lascerà senza parole

conservare patate
Foto da Canva

Patate senza germogli e belle sode più a lungo? Non crederete all’antichissimo trucco dimenticato per conservare le patate.

Le compriamo, ne usiamo qualcuna ma poi dimentichiamo le altre che, giorno dopo giorno, invecchiano sempre più, germogliano e rischiano di finire nella pattumiera.

Le patate diventano così un prodotto insidioso in cucina che, più di ogni altro, dobbiamo imparare a conservare al meglio per poterlo sfruttare più a lungo possibile.

Tecniche ne esistono tante ma noi ne abbiamo scovata una veramente particolare, molto antica e quasi dimenticata ma dal successo assicurato: un vero e proprio trucco della nonna.

Possiamo garantirvi sin da ora che il segreto vi lascerà a bocca aperta. Volete un indizio? Una giornata al mare potrebbe tornare in questa missione molto utile.

Il trucco antichissimo per conservare le patate

patate
Foto da Canva

Quella che vi proponiamo oggi è una soluzione pratica, economica ed efficace per conservare al meglio le patate.

Innanzi tutto dobbiamo partire dal presupposto che le patate da conservare dovranno esser ben pulite dalla terra. Solo sistemato questo aspetto si potrà procedere.

Ma che cosa ci servirà per mettere il trucco in atto? Della sabbia. Già, proprio quella del mare che potremo raccogliere in spiaggia e portare poi a casa.

La sabbia andrà messa in un ampio contenitore (un bidone verrebbe da dire) a formare un primo strato sul quale adageremo le patate. Si procederà poi adagiando le nostre patate facendo attenzione che siano ad un paio di centimetri una dall’altra. Infine, ricopriamo le patate con un ultimo strato di sabbia, fino a sommergerle completamente.

Fatto tutto ciò basterà collocare il contenitore in un luogo buio, fresco ed asciutto e, soprattutto, lontano da fonti di calore.

LEGGI ANCHE –> Come conservare le patate nel modo corretto? Il trucco infallibile

Secondo le nostre nonne così trattate le patate potranno rimanere impeccabili fino a sei mesi, sempre buonissime, a prova di germoglio e pronte per l’uso.

Conoscevate questa possibile soluzione? L’avete già provata? Se così non fosse vi consigliamo di dare un’opportunità a questa antica strategia antichissima ma dal risultato, a quanto apre, semplicemente infallibile. Per la serie “provare per credere”.