Allerta alimentare per diversi oli di sesamo

olio di sesamo allerta
olio di sesamo - Fonte: Adobe Stock

Il Ministero della Salute ha diramato un richiamo per diversi lotti di olio di sesamo.

Per rendere i cibi più appetitosi, si sa, gli oli sono da sempre tra i condimenti più usati in cucina. Tra olio d’oliva, di riso, di girasole, di mais o di sesamo, le opzioni tra cui scegliere sono tante e varie e tutte in grado di offrire un gusto sempre diverso. Come per ogni alimento, però, anche gli oli possono andare incontro a dei richiami. Ed è quanto avvenuto per alcuni lotti di olio di sesamo, richiamati per via della presenza di ossido di etilene.

Richiamati oli di sesamo per presenza di ossido di etilene

allerte alimentari
segnale di divieto con coltello e forchetta – Fonte: Adobe Stock

Come già detto, i vari richiami alimentari sono stati diramato dal sito del Ministero della Salute che ha riportato le indicazioni riguardanti i vari oli di sesamo con presenza di ossido di etilene. A seguire le informazioni per riconoscerli.

Nome: Germinal

  • Numero di lotto: L11565034
  • Data di scadenza: 03/08/2021
  • Confezione: bottiglia da 250 ml

Nome: Crudolio

  • Numero di lotto: L12572322
  • Data di scadenza: 18/05/2021
  • Confezione: bottiglia da 250 ml

Nome: Olio Yes Organic

  • Numero di lotto: 16079020
  • Data di scadenza: 20/07/2021
  • Confezione: bottiglia da 500 ml

Nome: Crudolio

  • Numero di lotto: L122422062
  • Data di scadenza: 02/09/2021
  • Confezione: bottiglia dal 500 ml

Gli oli opra indicati sono stati prodotti da Joe&Co s.r.l. presso lo stabilimento in via dela Tecnica 94 a Camisano Vicentino (Vicenza)
Il motivo del richiamo è dovuto alla presenza di ossido di etilene trovato nei semi di sesamo usati per realizzare l’olio.

I consumatori sono quindi invitati a controllare gli oli di sesamo eventualmente acquistati e di non consumarli qualora corrispondessero a quelli indicati qui sopra. Le bottiglie andranno riconsegnate presso il punto vendita dove sarà possibile ottenere un rimborso o il cambio con un altro prodotto di valore equivalente.

Perché l’ossido di etilene è pericoloso

pericolo
segnale d pericolo – Fonte: Adobe Stock

L’ossido di etilene è un noto pesticida usato sopratutto su prodotti destinati all’alimentazione. La sua presenza, infatti, allontana gli insetti ed evita la formazione di muffe. Purtroppo, si tratta di una sostanza che ad alte concentrazioni risulta essere cancerogena e dannosa per i reni. Motivo per cui quando i cibi controllati a campione ne contengono più di quanto stabilito per legge, scattano i richiami e le così dette allerte alimentari.

Sempre a causa dell’ossido di etilene, negli ultimi tempi sono stati ritirati svariati prodotti. Tra questi ricordiamo l’allerta per le barrette di muesly e cereali, contenenti semi di sesamo.

Continuate a seguirci per restare sempre aggiornati sulle nuove allerte in modo da evitare di consumare prodotti potenzialmente pericolosi.