Panko fatto in casa: come realizzare la famosa panatura giapponese

Gennaio 15, 2021Danila Franzone
ciotola di panko

Prep time: 5 minuti

Cook time: 25 minuti

Serves:

A volte serve un po’ di fantasia per mettere in tavola qualcosa di diverso. Qualcosa che faccia stupire i nostri cari e soprattutto che sia buono. In genere tutto ciò che è “panato” e fritto (o passato in padella con poco olio) risulta gradevole.

Quando si pensa al modo di panare vi sono valide alternative al normale pan grattato. Ingredienti che combinati tra loro possono sostituirlo quando finisce, rappresentando un’ottima alternativa.
In Giappone, ad esempio esiste il “panko”, una panatura a fiocchi, leggera e fragrante, diversa delle briciole fini del pangrattato. Ne risulterà una panatura croccante e con una “texture” differente e che potrà incuriosire e stupire tutta la famiglia, dando anche un tocco esotico che non guasta mai.

 

 

Visualizza Layout Stampa
Stampa Ricetta
Chiudi Stampa

Panko

  • Tempo preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura: 25 minuti
  • Tempo totale: 30 minuti

Il panko è una alternativa alla panatura normale. Briciole croccanti che rendono fragranti le panature con una differente senzazione al palato.
Diamo un tocco esotico ai nostri piatti con questa ricetta facile, gustosa e veloce.

Ingredienti

  • 4 fette pane in cassetta per tramezzini, (oppure pancarrè senza crosta)
  • 1 cucchiaio amido di riso, (o fecola di patate)

Preparazione

  • 1)
    fette di pane bianco al latte
    Fonte: Canva

    Tagliare a cubetti il pane per tramezzini, facendo ben attenzione che sia morbido e non secco. Nel caso non si disponga di pane bianco a fette morbido, è possible utilizzare il normale pane per toast. In questo caso però, va tolta la crosta.

  • 2)
    Donna con frullatore vuoto
    Fonte: Canva

    Mettere i cubetti di pane tagliat nel frullatore. Aggiungere un cucchaiaio di amido di riso oppure fecola di patate. E’ possibile utilizzare anche la maizena, ma è un’opzione limite. Frullare il tutto per un minuto circa. Il risultato dovrà essere un insieme coeso di biciole, come fossero fiocchi di neve.

  • 3)
    focaccine con scalogno
    Fonte: Adobe Stock

    Posizionare un foglio di carta da forno su una teglia e sistemarvi sopra le briciole in modo uniforme. Infornare a 60 gradi per 25/30 minuti. Quando il pane inizia ad asciugarsi e al tatto appare secco (controllarlo ogni tanto) toglierlo dal forno. Il panko deve risultare secco e non cotto. Deve restare bianco, non diventare marrone.

    Da qui in poi va utilizzato come un normle pane grattato, per cui qualunqua cosa vogliate panare, la passerete prima nella farine, poi nell’uovo, quindi nel panko.

Trucco da mamme

Un consiglio per le fritture è quelli di utilizzare sempre olii idonei per questo scopo. L’olio extra vergine di oliva, ad esempio ha un elevato punto di fumo. Se si sceglie di utilizzare olii di semi, il consiglio è sempre quello di utilizzare olii mono seme, con attitudini idonee per la frittura, come arachide o mais. E’ sempre meglio panare pezzi piccoli che possano cuocere in fretta nel tempo che la panatura diventa dorata da ambo le parti, in modo da non bruciarla e da far restare gli alimenti il eno possibile nell’olio. Se si decide mettere in forno ciò che si è panato, il consiglio è quello di ugere con poco olio evo la teglia (sempre coperta da carta forno) e cuocere da ambo i lati gli alimenti.

Nutrition

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe