Le crocchette di risotto avanzato sono la ricetta antispreco che non vorrai più cambiare

    Scopri come riutilizzare il risotto avanzato creando delle gustosissime crocchette di riso. Il risultato sarà così buono che non potrai non amarle.

    Chi ama i risotti sa bene come attenersi alle normali porzioni sia spesso molto difficile. Uno degli errori più frequenti che si compiono è infatti quello di prepararne più del dovuto. E tutto per paura che non basti. Se anche a te è capitato almeno una volta di ritrovarti con del risotto in più e di non e come riutilizzarlo, da oggi potrai ovviare a questo problema.

    crocchette di risotto avanzato
    (adobe stock photo)

    C’è infatti una ricetta in grado di rendere ciò che è rimasto ancora più buono. E tutto senza troppi sforzi. Anzi, una volta sperimentata la tua voglia di preparare più risotto proprio per farlo avanzare sarà più frequente che mai.

    Crocchette di riso avanzato: la ricetta anti spreco che ameranno tutti

    Cucinare senza sprecare il cibo è molto importante sia per l’ambiente che per le nostre tasche. Ogni qual volta buttiamo un ingrediente o un piatto già pronto stiamo infatti rinunciando alla possibilità di un pasto gratis ed in grado di posticipare la prossima spesa.

    crocchette di risotto avanzato
    (adobe stock photo)

    Imparando a riutilizzare ciò che si ha in casa, che è in scadenza o che è semplicemente avanzato si può infatti ottenere qualcosa di buono e a volte persino più che del piatto originale. E un esempio, in tal senso, è dato proprio dalle crocchette di risotto avanzato. Una ricetta che una volta provata non potrai non amare. Per realizzarla, noi abbiamo pensato a delle dosi indicative che, ovviamente, potrai variare in base q a quanto risotto ti è veramente rimasto.

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 5 minuti

    Tempo di cottura: 10 minuti

    Tempo totale: 15 minuti

    Ingredienti:

    • 400 g di risotto
    • 150 g di provola a dadini
    • 2 uova biologiche
    • q.b. pangrattato
    • q.b. farina
    • q.b. olio di semi
    • q.b. sale
    • q.b. pepe

    Preparazione

    1. Iniziamo prendendo il riso dal frigo per dargli una mescolata.
    2. Se troppo asciutto, aggiungere un cucchiaio d’olio e mescolarlo per bene. Non dovrà restare troppo umido ma dovrà esserlo abbastanza da poterlo lavorare con le mani.
    3. Creare una pallina e inserire al suo interno i dadini di provola e dando al riso la forma di una crocchetta o se si preferisce di una pallina.
    4. Procedere così con tutto il risotto e se serve, aggiungere dell’altra provola o, in alternativa, dell’emmenthal o del parmigiano.
    5. Quando le crocchette sono tutte ben formate, prendere una scodella e sbattere le uova con sale e pepe.
    6. Disporre al contempo la farina in un piatto piano e fare lo stesso con il pangrattato che andrà ovviamente su un altro piatto.
    7. Prendere la prima crocchetta e passarla prima nella farina, poi nello sbattuto di uova e infine nel pangrattato. Procedere così con tutte le crocchette disponendole su un piatto in attesa della frittura.
    8. In una padella antiaderente, aggiungere dell’olio e quando questo è alla giusta temperatura, versargli dentro le prime crocchette friggendole fin quando non appaiono dorate e girandole con l’aiuto di una forchetta in modo da farle dorare in modo omogeneo.
    9. Una volta pronte, posizionarle su un piatto con carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.
    10. Procedere fin quando le crocchette non sono tutte pronte e servirle quando sono ancora calde e filanti. Magari con un bel contorno di zucchine al parimigiano.

    Trucco da mamma

    Le stesse crocchette possono essere cotte anche senza frittura. Per farlo basta dar loro una forma schiacciata ed inserirle in forno (in una teglia rivestita con carta forno) preriscaldato a 180 gradi. Basterà cuocerle sette o otto minuti per lato e si otterrà un piatto altrettanto buono ma in versione più light.

    INGREDIENTI