Cattas: la ricetta delle frittelle sarde per un Carnevale “non convenzionale”

    La ricetta delle cattas è semplicissima, ma di cosa si stratta? Le cattas sono un tipico dolce fritto del Carnevale sardo. Vale la pena provare a prepararle, a prescindere dal luogo di appartenenza!

    Le cattas – conosciute anche come zippulas oppure come frisjoli – sono delle frittelle dolci tradizionali della cucina sarda, tipiche del Carnevale. In realtà ricordano tantissimo le zeppole (ciambelle), ma la differenza sta nella forma: tradizionalmente le cattas sono ripiegate su sè stesse, ma c’è anche chi preferisce dal loro la forma “classica” rotonda.

    cattas
    Canva

    Preparare le cattas non è difficile e, soprattutto, richiede pochissimo tempo: sono pronte in soli 20 minuti.

    La ricetta delle cattas sarde

    Una cosa dobbiamo precisare subito: l’ingrediente principale della cattas è lo zafferano, quel tocco di classe che conferisce quel sapore inconfondibile a questo dolce. Quindi senza zafferano non possono esistere le cattas. Ecco la nostra ricetta.

    cattas

    Ricetta per 6 persone

    Tempo di preparazione: 15 minuti

    Tempo di cottura: 5 minuti

    Tempo totale: 20 minuti

    Ingredienti:

    • 500 grammi di Farina 0
    • 25 grammi di Lievito di birra fresco (un dadino intero)
    • 100 grammi di Zucchero semolato
    • 500 grammi di Latte intero tiepido
    • Scorza grattugiata di un’arancia
    • Scorza grattugiata di un limone
    • q.b. Zafferano
    • Olio di semi di girasole per friggere
    • 200 grammi di Zucchero semolato

    LEGGI ANCHE –> Cavolfiore light in padella: tutti i trucchi per renderlo saporito

    Preparazione:

    1. Per prima cosa facciamo sciogliere il lievito nel latte tiepido. Prendiamo poi una ciotola e mescoliamo insieme la farina 0, la scorza di arancia, la scorza di limone grattugiata e qualche pistillo di zafferano.
    2. Successivamente uniamo al composto il latte e il lievito sciolto precedentemente. Mescoliamo e rendiamo l’impasto omogeneo, per poi lasciarlo riposare per almeno un’ora.
    3. Fatto riposare l’impasto, scaldiamo in una pentola un’abbondante quantità di olio di girasole. Appena l’olio arriva alla temperatura giusta, ungiamo l’imbuto oppure la sac-a-poche da utilizzare per dare la forma alle cattas.
    4. Unta la sac-a-poche dovremo passare l’impasto lievitato al suo interno e lasciarlo cadere delicatamente all’interno della padella o pentola contenente l’olio per friggere. Posizioniamo poi l’impasto all’interno della padella, formando una vera e propria spirale che parte dal centro e arriva fino all’esterno. La fiamma, mentre si friggono le cattas, deve essere medio bassa per rendere la cottura il più omogenea possibile.
    5. A questo punto iniziamo a friggere e poi appoggiamo la cattas appena fritta su un foglio di carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso.
    6. Alla fine passiamo la cattas in un piatto con dello zucchero semolato per far sì che lo zucchero si attacchi in modo omogeneo su tutta la lunghezza.

    LEGGI ANCHE –> Cavoletti di Bruxelles: il semplice trucco per renderli croccanti!

    Trucco da mamma

    Per rendere le cattas più morbide, è possibile utilizzare le patate lesse.

    INGREDIENTI