Baccalà fritto alla romana, i trucchi per farlo croccante con doratura perfetta

    Baccalà fritto alla romana
    (Adobestock photo)

    Il baccalà fritto è un bere proprio tripudio di sapori, firmato Roma. Proprio nella città di Roma infatti ci sono moltissime attività di ristorazione specializzate nella preparazione di questa pietanza così tipica, croccante, perfetta.

    Il tradizionale baccalà fritto va rigorosamente pastellato in acqua frizzante e farina. La maggior parte di noi, soprattutto le mamme romane, hanno in ricordo nitido di questa pietanza, fumante, filante, semplice da preparare anche in casa e speciale da gustare come street food mentre si passeggia nella capitale. Questo prelibato antipasto può essere accompagnato da i tradizionali carciofi alla romana, ma viene sempre servito da un contorno molto semplice di puntarelle romane freschi e di stagione.

    • Tempo di preparazione: 10 minuti
    • Ingredienti: baccalà dissalato 500 g/ acqua frizzante fresca 270 ml / sale q.b. / olio di semi di arachide q.b. / /

    Trucco da mamme : Con l’olio extravergine d'oliva otterrete una frittura sicuramente più genuina ma un tantino più pesante, utilizzarlo è vostra scelta, potete provarlo in entrambi modi: una volta con l’olio di semi e un’altra con l’olio extravergine d'oliva. 

    Pastella (Adobestock photo) Iniziamo a preparare la pastella, prendiamo una ciotola, meglio se in vetro, e versiamo la farina e poi l’acqua frizzante che deve essere bella fresca. Mescoliamo entrambi gli ingredienti con una frusta da cucina, otterremo infine una pastella molto fluida e priva di grumi.

    Baccalà (Adobestock photo) Copriamo bene la nostra pastella con la pellicola trasparente per alimenti e lasciamola riposare in frigo per almeno un’ora, nel frattempo mettiamo a scaldare dell’olio di semi in una pentola bella capiente e passiamo al baccalà. Utilizzeremo un baccalà già dissalato quindi dovremmo semplicemente sciacquarlo sotto acqua corrente ed eliminare la pelle aiutandoci prima con il coltello e poi a tirarla via con le mani.

    Baccalà fritto (Canva photo) Dopodiché possiamo tagliare a pezzi il nostro baccalà, passiamolo nella pastella poi solleviamolo con delle pinze da cucina e immergiamolo nell’olio, la temperatura dell’olio dovrà essere di 180° circa, vi sveliamo un trucco per riuscire a capire quanto è caldo l’olio senza termometro da cucina, cliccate qui!  Dopo circa otto minuti i filetti di baccalà saranno belli dorati e croccanti, possiamo scolarli su carta assorbente e gustarli caldi.