Gli errori da evitare quando prepari le meringhe: ecco i più comuni

Febbraio 18, 2021Cristina Biondi
meringhe errori

Le meringhe all’apparenza semplici da preparare in realtà nascondono diverse insidie: scopriamo gli errori più comuni che si commettono.

All’apparenza semplici da preparare perché composte da solo due ingredienti, le meringhe nascondo invece diverse insidie e prepararle alla perfezione implica di evitare alcuni errori. 

Dall’aspetto di una nuvola le meringhe possono essere all’italiana o alla francese, la preparazione più semplice e della quale ci occuperemo. Dalla temperatura degli albumi, al tipo di zucchero, all’aggiunta del sale quanto mai errata, vediamo insieme quali sono gli errori da non fare preparando le meringhe. 

Già vi avevamo accennato come prepararle quando vi abbiamo offerto gli spunti per riutilizzare gli albumi avanzati in cucina. Ora scopriamo cosa non fare. 

Ecco gli errori da non fare preparando le meringhe

meringhe errori
Foto da Canva

Quando ci avanzano degli albumi possiamo preparare dei deliziosi dolcetti dall’aspetto di piccole nuvole: stiamo parlando delle meringhe, ottime da consumare con la panna, o per accompagnare un caffè, ma anche come base di alcuni dolci tipici come la Pavlova.

Gli errori comuni in cui possiamo incorrere sono però dietro l’angolo e possono compromettere la nostra ricetta. Vediamo cosa è bene non fare. 

1) No albumi freddi. Contrariamente a quanto si possa pensare gli albumi non dovranno essere appena tolti dal frigorifero, ma le uova dovranno essere messe a temperatura ambiente già da diverse ore prima. L’ideale sarebbe la sera prima per il mattino dopo. 

2) Sbagliare l’uso del dolcificante. Lo zucchero semolato è l’ingrediente giusto, tutti gli altri non sono adatti. L’unico contemplato è quello a velo, se proprio volete sostituire quello raffinato bianco. E la quantità deve essere 100 di albumi e 200 di zucchero.

3) Mettere lo zucchero tutto insieme. Altra regola è non buttare l’intera quantità di zucchero negli albumi ma unirlo a poco a poco iniziando quando gli albumi cominciano a diventare bianchi e spumosi. Per completare il processo occorrono circa 15 minuti. Quindi dovremo aggiungere lo zucchero in 3 o 4 mandate e aspettando sempre almeno 2-3 minuti tra un’aggiunta e l’altra. 

4) Usare fruste e ciotole non perfettamente pulite. Sembra una banalità ma se ci sono residui di altre ricette negli strumenti o di sapone la montata degli albumi non sarà perfetta. Quindi ciotola e fruste perfettamente pulite e asciugate ma guai ad usarli caldi, ad esempio appena tolti dalla lavastoviglie. 

5) Cambiare i ritmi quando si montano gli albumi. Innanzitutto la direzione dovrà essere sempre uguale e potenza costante. Sia che montiamo a mano che con uno strumento elettrico. Inoltre, cerchiamo di recuperare con il movimento lo zucchero depositato nel fondo del recipiente. 

6) Non usare il sale. Mettendolo si rischia di far smontare gli albumi meglio allora usare qualche goccia di limone.

7) Sbagliare la cottura. Una volta che il composto sarà perfettamente montato e sodo dovremo procedere alla cottura. La temperatura ideale è 85°C. I tempi sono lunghi, preparatevi. Per cuocere le meringhe ci vogliono almeno 3 ore. Con il forno ventilato le meringhe cresceranno più uniformemente. 

forno
Foto:Adobe Stock

8) Non rispettare il riposo. Infine l’ultima accortezza una volta che le meringhe saranno cotte è di lasciarle riposare nel forno per un’oretta finché non arriveranno a temperatura ambiente. 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post