Dopo le feste depuriamoci con il brodo: ma occhio a questo errore fatale, potrebbe rovinare la tua ricetta per sempre!

Non commettere mai questo grande errore quando prepari il brodo: potresti pentirtene amaramente e la tua ricetta risulterebbe disastrosa!

Amici di Mammeincucina, l’anno è appena iniziato, ma bisogna pensare già in questi giorni al come tornare in forma dopo le abbuffate natalizie. Le feste saranno state divertenti, trascorse con la famiglia e gli amici più cari, ma siamo proprio sicuri che il cibo non sarà mancato. Anzi, forse rispetto agli anni scorsi avremo persino esagerato con le quantità! Questo in fondo è stato il primo vero Natale post pandemia senza alcun tipo di restrizioni, pertanto festeggiarlo in maniera ‘allargata’ non sarà stata per nulla una rarità.

errore con il brodo
Errori da non commettere con il brodo mammeincucina.it

Tuttavia volgono al termine perché a tutto c’è una fine. Ben presto riporremo le lucine colorate nei vari scatoloni, la magia tipica di questi giorni svanirà e saremo pronti ad accoglierla solamente e nuovamente sul finire di questo 2023 appena nato. Certo, dopo l’Epifania bisognerà ripulire casa, svuotare il frigo dal superfluo e concentrarsi su una corretta alimentazione, anche perché può sembrare lontana la prova costume estiva, ma basta un battito di ciglia per ritrovarci a fine maggio!

Vi avevamo già dato qualche consiglio sul come seguire un regime alimentare certificato e disintossicante, così come vi avevamo ribadito l’importanza di non seguire diete trovate su Internet senza un consulto medico. Eppure non sempre bisogna porsi al cospetto di una dieta, ma basta semplicemente regolarsi con le quantità, preferendo molte verdure, frutta, pochi carboidrati e un po’ più di proteine. In questo il brodo classico di carne è il massimo!

Caldo, avvolgente, conquista e mette d’accordo l’intera famiglia poiché buono e ricco. Anche la versione vegetale concede intense emozioni, specialmente se gli aggiungiamo un po’ di pastina, qualche tortellino o semplicemente dei cereali per ottenere una gustosa zuppa. Fate attenzione però a questo grande errore, diremmo fatale! Senza accorgercene il nostro brodo potrebbe risultare amaro, grasso, privo di sapore e con ingredienti duri e difficili da mandare giù. Scopriamo subito perché dovremmo evitarlo come la peste!

È tempo di brodo, ma attenzione a questo grande errore! Se lo commetti rischi di rovinare tutto

Proprio così, potrà sembrarvi esagerato, ma in realtà quando si prepara il brodo bisogna stare molto attenti a non commettere un grande errore: non basta semplicemente riempire una pentola con dell’acqua, tuffarci dentro tutti gli ingredienti e lasciarlo cuocere. Bisogna invece attenzionare tutti i singoli passaggi, evitando che al termine della cottura il sapore risulti amaro, eccessivamente grasso e con elementi duri e stopposi, come ad esempio la carne.

A prescindere che si tratti di un brodo di carne o di verdure, è fondamentale rispettare alcuni step. Vi è mai capitato di assaggiarlo dopo la cottura e ritrovarlo ‘scarico’ di sapore? O al contrario eccessivamente saporito? Oggi noi di Mammeincucina vogliamo svelarvi come prepararne uno alla perfezione evitando tutti i classici disastri tipici di chi non è molto esperto. Scopriamoli subito insieme!

errore cottura brodo
Errori da non commettere con il brodo mammeincucina.it
  • Ancor prima di parlare di preparazione bisogna capire quali ingredienti scegliere: ottimi, di qualità e possibilmente freschi, evitando quelli confezionati da supermercato. Quindi cipolle, sedano, carote e altre verdure preferibilmente acquistate dal nostro fruttivendolo di fiducia. La carne invece deve vedere una parte grassa e una tenerissima, quindi scegliamo una polpa di manzo, un biancostato e non dimentichiamoci gli ossi, che conferiranno il sapore tipico del brodo.
  • L’errore che viene commesso da tantissimi con il brodo è quello di immergere già le verdure in acqua bollente, compresa la carne. Mai farlo! Affinché ogni componente rilasci sapore, bisogna seguire alcuni semplici ma fondamentali passaggi: iniziando dalla cipolla, va sbucciata, tagliata a metà e abbrustolita sulla parte interna della polpa poggiandola su una padella ben calda. Carote, sedano e altre verdure vanno tagliate a tocchetti grandi, fatti tostare per circa 5 minuti senza aggiunta di grassi in un tegame ben capiente. Uniamo la cipolla alle altre verdure, aggiungiamo la carne intera e versiamo all’interno del tegame almeno 4L di acqua(regolandoci ovviamente con le quantità, per circa 1 kg di ingredienti 4L, per 2 kg 5L e così via).
  • Uniamo anche spezie e odori come pepe, foglie d’alloro e di salvia, prezzemolo e accendiamo il fuoco. La cottura dovrà essere lenta e continua. Quando l’acqua prenderà il bollore, dopo poco salirà a galla una sorta di schiuma, ovvero il grasso rilasciato dalla carne. Quest’ultima va eliminata con una schiumaiola o un cucchiaio fin quando non comparirà più sulla superficie stessa dell’acqua. Non saliamo il brodo in questa fase di cottura, piuttosto circa 20 minuti prima aggiungiamolo in base ai nostri gusti e mescoliamo a dovere.
  • Consideriamo come tempi di cottura circa 3 ore per 4L di acqua, che al termine risulterà dimezzata. Il brodo va fatto riposare in pentola per almeno 30 minuti per poi essere filtrato tramite garza di cotone pulita affinché le impurità vengano rimosse. Il brodo sarà quindi pronto per essere gustato, conservato ermeticamente in frigorifero oppure congelato!