Sai conservare la frutta? Ecco le dritte che dovresti conoscere

Scopri come conservare la frutta in modo da farla durare più a lungo e da mantenerla sempre al meglio.

Tra gli alimenti che consumiamo ogni giorno e che, per questo, andrebbero tenuti sempre con la massima cura, c’è la frutta. Questa è infatti spesso la protagonista di spuntini improvvisati, si rivela importante a colazione e termina spesso i pasti donando qualcosa di dolce senza eccedere con gli zuccheri. Amata da grandi e piccini, la frutta è anche ricca di proprietà benefiche, vitamine, sali minerali ed elementi indispensabili per la nostra salute. Motivo per cui, farla durare a lungo e al meglio delle sue possibilità è davvero importante.

conservare la frutta
(Adobe stock photo)

Ma come fare? Purtroppo, come ogni altro alimento, anche la frutta tende a deteriorarsi e quando succede può diventare difficile da usare o, rivelarsi addirittura immangiabile.
Per fortuna esiste qualche trucco per aiutarci in tal senso. Scopriamo quindi quali sono quelli più utili per conservare la frutta in modo da poterne godere in ogni momento e senza l’ansia di scoprire che è andata a male.

Conservare la frutta nel modo giusto: le regole da seguire

Per conservare bene la frutta è importante imparare a riconoscere la differenza che esiste tra le varie tipologie. Trattare arance e banane come se fossero la stessa cosa è infatti molto sbagliato.

conservare la frutta
(Adobe Stock photo)

Dopotutto si tratta di alimenti spesso molto diversi tra loro, che arrivano da ambienti con climi diversi e che per questo necessitano di accorgimenti diversi. Ecco, quindi, cosa è meglio sapere sui vari frutti.

Non mettere tutta la frutta in frigo

Ci sono frutti che non necessitano del frigo e che, anzi, potrebbero deteriorarsi per via del troppo freddo. Tra questi spiccano ovviamente quelli esotici o abituati a climi caldi. Stiamo parlando degli agrumi (arance, mandarini, limoni) ma anche del mango, della papaya, del frutto della passione e dell’avocado. Per tutti questi frutti, a meno che la temperatura in casa non sia troppo calda, è meglio trovare un posto tranquillo che sia asciutto e al fresco ma non umido. Per altri può rivelarsi utile usare della stoffa o della carta per rivestire i cassetti del frigo. In questo modo pur mantenendoli al fresco si eviterà di trasferir loro l’umidità in eccesso.

Non lasciare la frutta aperta per troppi giorni

Un altro modo per far durare a lungo la frutta è quello di consumarla quando serve e cercare di finire il pezzo scelto. Sebbene la frutta si possa conservare anche una volta aperta, in tanti casi (prendiamo ad esempio le mele) può andare incontro all’ossidazione che la porta a cambiare colore. In questi casi, la frutta sarà ancora mangiabile ma si renderà necessario togliere la parte scura. Cosa che ripetuta spesso porta a buttarne via più di quanto si pensi.

Se si pensa di poterla consumare a breve, meglio tagliarla a pezzi ed irrorarla con del succo di limone. Così facendo il processo di ossidazione sarà più lento e si potrà dare vita ad una buona macedonia.

Scegliere solo la frutta di stagione

Poter scegliere della frutta di stagione consente di avere dei frutti più sani ed in grado di resistere a lungo. A ciò si aggiunge ovviamente anche il fatto che saranno molto più belli e saporiti. Imparare ad operare questa scelta si rivela quindi indispensabile per poter contare su della frutta che duri più a lungo e che si presenti sempre al meglio offrendo anche il massimo del gusto.

Queste tre semplici dritte possono fare la differenza quando si tratta di come conservare la frutta. Ovviamente è bene tenere sempre a mente che frutti come l’anguria sono più resistenti di altri come, ad esempio la banana.

E questo perché alcuni continuano a maturare sempre mentre per altri il processo è così lento da risultare quasi impercettibile. Imparare a conoscere ogni frutto e a prendersene cura, offrirà sicuramente un’esperienza migliore in cucina e a tavola. Un po’ come quando si impara a conservare al meglio la pasta fresca per poterne godere il più a lungo possiible.