Sarde come le faceva la nonna, il pesce fresco di Venezia

Aprile 10, 2021Redazione
sarde in saor

Prep time: 20 minuti

Cook time: 50 minuti

Serves: 4

Uno dei piatti più amati a Venezia. Le sarde in saor sono un’istituzione e vengono abitualmente cucinate nei momenti di festa tra amici e parenti. Ecco a voi la ricetta della nonna.

Questo piatto, è antichissimo, risale infatti al 1300 e si ritiene sia nato dalla volontà dei marinai di conservare il pesce per lunghi periodi. Grazie all’aceto e alla cipolla infatti, si poteva avere il pesce fresco per diversi giorni.

Oggi questo piatto viene cucinato la sera della festa del Redentore, tanta è la sua importanza. Prepariamo insieme le sarde in saor! 

Visualizza Layout Stampa
Stampa Ricetta
Chiudi Stampa

Ricetta Sarde in saor

  • Tempo preparazione: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 50 minuti
  • Tempo totale: 1 ore 10 minuti
  • Dosi per: 4

Uno dei piatti più amati a Venezia. Le sarde in saor sono un'istituzione e vengono abitualmente cucinate nei momenti di festa tra amici e parenti. Ecco a voi la ricetta della nonna.

Ingredienti

  • 1 kg sarde
  • 600 g cipolle bianche
  • 3 bicchieri aceto di vino bianco
  • 2 dl olio
  • 2 foglie alloro
  • qb farina
  • qb sale
  • qb pepe

Preparazione

  • 1)
    friggere sarde
    @Canva

    Per prima cosa dovete pulire, lavare ed asciugare le sarde. A questo punto, infarinatele e friggetele per circa 5 minuti. Quando sono cotte, appoggiatele sulla carta assorbente da cucina e tenetele al caldo.

  • 2)
    cuocere cipolla
    @Canva

    In una pentola antiaderente, mettete 5 cucchiai circa di olio extravergine d’oliva e fate cuocere le cipolle tagliate a fette, per 20 minuti circa. Cospargetele con l’aceto, fate sobbollire, per 2/3 minuti e spegnete il fuoco.

     

  • 3)
    sarde in saor
    @Canva

    Infine, su una pirofila, mettete le foglie di alloro, uno strato di sarde, salatele, cospargetele con le cipolle e un po’ di sugo. Continuate così e terminate con uno strato di cipolle e il rimanente sugo. Dovete ora, coprirle e tenerle in frigo per almeno 24 ore prima di servirle.

Trucchi da mamma

Quella che vi abbiamo proposto oggi è la ricetta base, in aggiunta potete mettere dell’uvetta e dei pinoli. Ricordate poi, che se tenute da parte per 48 ore prima di mangiarle, sono molto più saporite.

Nutrition

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe