Risotto Queen Victoria: la ricetta del piatto che spinse la regina Elisabetta a rompere il protocollo

    Scopriamo come dar vita alla famosa ricetta del risotto Queen Victoria. Il primo piatto che ha spinto la regina Elisabetta a rompere il protocollo.

    Tra i piatti più amati dalla regina Elisabetta c’è il risotto Queen Victoria. Un primo piatto che ha reso particolarmente famoso lo chef Enrico Derflingher (che ha cucinato per la corona inglese) e che è riuscito ad incantare la stessa regina.

    risotto queen victoria
    (adobe stock photo)

    Sembra, infatti, che per via della sua bontà, la stessa regina Elisabetta durante una cena importante con Michail Gorbaciov, Ronald Reagan e George Bush, ruppe il protocollo mandando a chiamare il cuoco per complimentarsi con lui. Una ricetta che, a dispetto di quanto si possa pensare è piuttosto semplice da realizzare. A patto, però, di avere i gamberi rossi siciliani, ingrediente portante di questo primo davvero saporito.

    La ricetta del risotto Queen Victoria

    Questo primo piatto, in grado di conquistare praticamente tutti, necessita della presenza dei gamberi rossi di Sicilia che sembra siano indispensabili per donare al risotto il sapore caratteristico che lo ha reso così amato dalla regina.

    risotto queen victoria
    (adobe stock photo)

    Ottenuti i gamberi, la realizzazione è fortunatamente molto semplice, garantendo così un primo piatto che si può preparare in poco tempo e che potrò diventare il protagonista delle occasioni speciali.

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 10 minuti

    Tempo di cottura: 40 minuti

    Tempo totale: 50 minuti

    Ingredienti:

    • 300 g di riso Carnaroli
    • 10 gamberi rossi siciliani
    • 1 cipolla
    • 1 gambo di sedano
    • 120 g di parmigiano
    • 2 foglie di alloro
    • 1 rametto di finocchietto selvatico
    • 200 g di spumante
    • q.b. olio extra vergine d’oliva
    • q.b. burro
    • q.b. fiori eduli

    Preparazione

    1. Iniziamo pulendo e tritando il gambo di sedano facendolo rosolare in una pentola con poco olio e con l’alloro.
    2. Lavare i gamberi e sgusciarli per poi metterli da parte e far tostare i gusci e le teste nella stessa pentola.
    3. Irrorare con acqua e far sobbollire il tutto per una quarantina di minuti.
    4. Nell’attesa, sbucciare la cipolla e farla appassire in una casseruola insieme ad un pizzico di burro.
    5. Fatto ciò, versare il riso e farlo tostare a fiamma viva, sfumandolo con il vino.
    6. Aggiungere un mestolo della bisque di gamberi ottenuta nell’altra pentola e proseguire con la cottura del risotto attenendosi alle indicazioni riportate sulla confezione.
    7. A fine cottura, aggiungere tre quarti dei gamberi sgusciati.
    8. Grattugiare il parmigiano e versarne un po’ in un padellino dandogli una forma rotonda con il coppapasta.
    9. Farlo solidificare al fine di ottenere una cialda croccante e metterla da parte procedendo con le altre tre.
    10. Mantecare il riso ormai pronto con del burro e con il resto del parmigiano grattugiato e aggiungere sia un cucchiaio di olio che il finocchietto selvatico.
    11. Sistemare il risotto nei piatti insieme alle cialde di riso e decorare con i fiori eduli.

    Trucco da mamma

    Per un risultato ancor più particolare puoi aggiungere dello zest di limone al parmigiano che, in questo modo, risulterà ancor più fresco e aromatico.

    INGREDIENTI