Il fiordilatte avanzato si trasforma in golosissime polpette: un po’ di pane e il gioco è fatto!

    Queste polpette con il fiordilatte avanzato sono golosissime: una ricetta antispreco che farà impazzire tutta la famiglia!

    Il fiordilatte avanzato diventa secco molto velocemente, quindi mangiarlo da solo è molto sgradevole. Si tratta però di un ingrediente preziosissimo per realizzare molte ricette sfiziose.

    polpette fiordilatte avanzato
    (Canva)

    Per realizzare questa ricetta l’ideale è utilizzare del fiordilatte piuttosto secco, che quindi non perda gocce di latte se tagliato in un piatto. Per raggiungere la consistenza ideale basterà lasciare il fiordilatte nel frigorifero in una ciotola o in un piattino, senza copertura.

    A diretto contatto con il freddo il latte si rapprenderà e il formaggio perderà quasi del tutto la sua morbidezza.

    Polpette di fiordilatte avanzato e pane raffermo

    Per quanto riguarda il pane l’ideale è scegliere pane di grano duro raffermo: darà una migliore consistenza all’impasto. Utilizzare baguette, panini all’olio o pan carré potrebbe rendere l’impasto fin troppo morbido, difficile da utilizzare per formare palline.

    fiordilatte avanzato
    (Canva)

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 10 minuti

    Tempo di cottura: nessuno

    Tempo totale: 10 minuti

    Ingredienti:

    250 grammi di pane raffermo

    1 mozzarella fiordilatte da 125 grammi

    3 uova

    200 grammi di farina

    sale e olio di semi per la frittura

    Preparazione

    1. Riempire una ciotola d’acqua e immergervi il pane raffermo per una decina di minuti fino a che sarà completamente inzuppato. A questo punto eliminare l’acqua e strizzare accuratamente il pane.
    2. Sbattere solo 2 uova in una ciotola con un pizzico di sale
    3. Tagliare la mozzarella a dadini molto piccoli
    4. In una ciotola più grande mescolare il pane, la mozzarella e una spolverata di pepe, quindi aggiungere le uova sbattute e mescolare accuratamente per ottenere un impasto piuttosto solido. Se risulta troppo molle (magari perché le uova erano particolarmente grandi) si può aggiungere altro pane raffermo (sempre bagnato e strizzato) oppure della farina. Se al contrario sembrerà troppo denso si potrà ammorbidire con piccole quantità di acqua o latte
    5. Formare delle palline delle dimensioni desiderate
    6. Sbattere l’ultimo uovo, quindi passare ogni polpetta nella farina fino a ricoprirla
    7. Friggere rigirando le polpette nell’olio bollente ma non eccessivamente caldo perché la farina di copertura potrebbe bruciarsi molto velocemente. Qui troverai tutti i segreti per una frittura perfetta e salutare!

    Trucco da Mamma

    Per ottenere una panatura più croccante si può utilizzare la farina di mais (quella che si utilizza per la polenta) oppure il classico pan grattato.

    INGREDIENTI