Io la chiamo “spaghetti d’inchiostro” 🍝 e in Sicilia ne vanno tutti pazzi. Ma tranquilla, non serve un calamaio 🪶 per mangiarla, solo tantissima fame!

    Hai mai sentito parlare degli “spaghetti d’inchiostro”? Sono una vera e propria chicca della tradizione culinaria siciliana, a cui nessuno sa resistere. Ti avverto però: preparati a macchiarti molto!

    Come abbiamo avuto modo di illustrarti, cara mamma, la Sicilia è una terra ricchissima di storia, tradizioni e prelibatezze da leccarsi i baffi. Insomma, diciamo pure che ce n’è per tutti i gusti: dal fritto alla pasticceria, dai contorni e ai primi, tutto concorrere a renderla l’isola dei greci prima, dei normanni e degli arabi poi e dei Borboni infine, un posto davvero speciale, dove gli odori, più che colori, scandiscono le giornate di tutti i siciliani.

    Spaghetti d'inchiostro
    Canva Photo

    Ecco perché oggi vogliamo parlati di una vera e propria chicca, perfetta per una cena gourmet e innovativa, ma che strizza sempre l’occhio alla tradizione. Gli spaghetti d’inchiostro sono il primo perfetto quando si ha abbastanza l’animo poetico da rendere le seppie non solo un capolavoro di Eugenio Montale.

    A differenza del poeta, però, quello che ci interessa per la nostra deliziosa pasta, non sono le ossa della seppia, bensì il suo inchiostro. Sapevi, infatti, cara mamma che il prodotto di scarto della seppia può regalarti un primo dai tratti celestiali?

    In Sicilia, infatti, tutti ne vanno matti e chi non adora questo piatto a base di mare viene guardato con diffidenza dal resto degli isolani. Insomma, come avrai capito, non si tratta di un piatto che si prepara tutti i giorni, ma quando lo si fa, una sorta di rituale prende magicamente vita.

    Spaghetti d’inchiostro: la ricetta al nero di seppia che non puoi assolutamente perderti

    Gli spaghetti d’inchiostro altro non sono che la classica e tradizionale pasta al nero di seppia, con quell’aggiunta in più tutta siciliana, però, che non puoi di certo non preparare.

    spaghetti d'inchiostro nero di seppia
    Pinterest Photo

    Ricetta per 4 porzioni

    Tempo di preparazione: 15 minuti

    Tempo di cottura: 40 minuti

    Tempo totale: 55 minuti

    Ingredienti:

    • 320 grammi di spaghetti
    • 1 seppia da 700/800 grammi oppure 2 dal peso ridotto
    • 1 sacchetto di nero di seppia
    • 1 spicchio d’aglio
    • Olio extra vergine di oliva
    • Passata di pomodoro (2 cucchiai)
    • Sale q.b
    • Pepe q.b.
    • Vino bianco secco (1 bicchiere)
    • Acqua q.b.

    Preparazione

    1. Per prima cosa, per preparare i nostri squisiti spaghetti d’inchiostro, prendi la seppia e inizia a pulirla per bene. Per fare questa operazione, incidi la pancia del pesce ed estrai con due dita l’osso, così avrai eliminato le interiora. Individua il sacchetto del nero di seppia e sfilalo
    2. A questo punto, tolto il sacchetto, occupati della restante parte della seppia che ti servirà per il condimento della pasta. Elimina la bocca incidendola alla base e premendo fino a che non fuoriesce e poi incidi gli occhi con un coltello per eliminarli.
    3. Ora spella la seppia sotto l’acqua corrente e tira la pelle sempre con le dita, così da rimuovere le parti cartilaginose. Solo ora sei pronta a tagliare la seppia in piccoli pezzettini.
    4. Prepariamo ora il condimento. Prendi una padella e fa rosolare insieme nell’olio l’aglio tagliato a fettine e i pezzetti di seppia, sfuma poi infine il tutto col vino bianco.
    5. Dopo un po’, aggiungi la passata di pomodoro, salandola leggermente, e lascia che si rapprenda per bene.
    6. Ora metti in una ciotola il sacchetto del nero, non prima di averlo inciso con la punta di un coltello. Attenta ora, potresti sporcarti: indossa i guanti di gomma e poi con le dita fai fuoriuscire l’inchiostro all’interno.
    7. Data la sua consistenza gelatinosa, versa dell’acqua calda, in modo tale che il nero si sciolga per bene, poi filtra ed elimina il sacchetto.
    8. Ora, non ti resta che prendere tutto il nero e versarlo sulle seppie in padella, chiudi poi il tutto con un coperchio e lascia cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti. Il segreto, infatti, è renderlo il sughetto bello corposo.
    9. Passati 40 minuti, lascia ancora addensare un po’ con la fiamma più vivace e termina la cottura pepando a piacere.
    10. Scola gli spaghetti al dente e poi se la padella è abbastanza grande, versa gli spaghetti, oppure al contrario versa il condimento nella pentola e poi mescola tutto insieme.
    11. Ora gusta gli spaghetti d’inchiostro, ma mi raccomando: procurati un tovagliolo abbastanza grande per evitare di sporcarti!

    Trucco da mamma: 

    Per rendere i tuoi spaghetti d’inchiostro ancora più gustosi, aggiungi al condimento un po’ di pangrattato tostato precedentemente.

    INGREDIENTI