Se la solita insalata di riso ti ha stufato prova quella di riso rosso: leggera, buonissima e originale

    L’insalata di riso rosso è una variante dal carattere esotico del classico riso freddo, ma quali sono gli ingredienti migliori per condirla?

    Il riso rosso ha la consistenza e la lunghezza del riso basmati, ma possiede un colore davvero particolare e un aroma unico, che lo rende ideale per la preparazione di piatti semplici ma dal gusto unico.

    Insalata riso rosso
    (Canva)

    In commercio si trova di frequente il riso rosso integrale, che quindi apporta un alto contenuto di fibre. Come tutti i cibi integrali tendenzialmente il riso rosso è raccomandato durante la dieta perché prolunga la sensazione di sazietà e permette così di controllare sia la fame nervosa sia in generale l’appetito.

    Per quanto riguarda le calorie, il riso ha un apporto calorico molto simile a quello medio degli altri tipi di riso, quindi circa 350 calorie per 100 g.

    Per quanto riguarda invece la cotturail riso rosso richiede una cottura prolungata rispetto ad esempio al riso a chicco corto utilizzato per i risotti.

    Insalata di riso rosso

    Uno dei maggiori pregi del riso rosso però consiste nel mantenere molto a lungo la cottura, proprio in virtù del suo alto contenuto di fibre.

    riso rosso
    (Canva)

    Questo significa che può essere cotto, sgranato e conservato in frigorifero per diversi giorni, quindi utilizzato in vari modi a seconda dei piatti che si desidera preparare. Sia l’aroma sia la sua consistenza rimarranno inalterati, quindi questo riso si presta perfettamente per la preparazione di molti piatti veloci.

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 10 minuti

    Tempo di cottura: 35 minuti (che si riducono a 0 utilizzato riso già cotto in precedenza)

    Tempo totale: 10 / 45 minuti

    Ingredienti:

    • 280 g di riso rosso integrale
    • 20 pomodori ciliegini
    • 600 grammi di mais (due scatole grandi)
    • 2 avocado
    • mezza cipolla rossa
    • 280 g di feta
    • 1 lime (o mezzo limone)
    • olio di oliva
    • sale, pepe o peperoncino

    Preparazione

    1. Se non si utilizza il riso già cotto, far bollire il riso rosso in una pentola con abbondante acqua salata. Cuocere al dente, quindi scolare e passare sotto l’acqua fredda per velocizzare il processo di raffreddamento e mantenere più a lungo la cottura.
    2. Nel frattempo tagliare la cipolla a fettine sottili, tagliare a metà o in quarti i pomodori ciliegini, tagliare la feta a dadini e infine tagliare a piccoli pezzi anche l’avocado. Per facilitare quest’operazione si consiglia di scegliere un avocado non troppo maturo. In questo modo il frutto manterrà una consistenza piuttosto dura e non si disferà quando verrà girato insieme al riso e agli altri ingredienti. Se, al contrario, si desidera un piatto leggermente più cremoso, il consiglio è di acquistare degli avocado più maturi e sminuzzarli a pezzi molto piccoli, che diventeranno quasi una crema quando verranno mescolati al riso.
    3. Aprire le scatole di mais, quindi risciacquare i chicchi sotto l’acqua corrente tenendoli in un colino. In questo modo si elimineranno tutti i conservanti utilizzati per la salamoia in cui il mais è immerso quando si trova nella scatola.
    4. Quando il riso sarà perfettamente freddo basterà mescolare tutti gli ingredienti in una grande ciotola e condire a piacere con olio, limone, sale e pepe.

    Trucco da Mamma

    Mentre il riso cuoce tagliare la cipolla rossa a fettine sottili e immergerla in una ciotolina con pari quantità di acqua e di aceto. Lasciarla a mollo per circa 30 minuti, quindi sciacquarla un paio di volte e tamponarla con carta da cucina per togliere l’acqua in eccesso. Questo semplice trucco renderà la cipolla cruda molto più digeribile.

    INGREDIENTI