Crostata a strati con confettura, buona il triplo!

Marzo 8, 2021Redazione
crotata a strati

Prep time: 30 minuti

Cook time: 40 minuti

Serves: 6 persone

La crostata a strati è la versione rivisitata della classica torta da dispensa. Tre strati di confettura per un piacere triplicato. Buonissima!

Un’esplosione di piacere triplicato con la nostra crostata a strati, ripiena di confettura di more. Una versione rivisitata della classica torta da dispensa della nonna: la crostata. Questa variante impazza sul web ormai da tempo e noi di mamme in cucina vogliamo proporvi la nostra ricetta, a dir poco ”stratosferica”! Piacerà a tutta la famiglia che ne rimarrà sorpresa quando al taglio scoprirà questi tre strati tra frolla e confettura. Una novità sicuramente da provare, basterà prenderci la mano ed il gioco è fatto. Potrete cambiare la farcitura con qualsiasi confettura voi preferiate. Perfetta a colazione per far partire bene la giornata, ma buona sempre!

Seguici su Instagram
Visualizza Layout Stampa
Stampa Ricetta
Chiudi Stampa

Ricetta della crostata a strati con confettura

  • Tempo preparazione: 30 minuti
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Tempo totale: 1 ore 10 minuti
  • Dosi per: 6 persone

Una crostata con tre strati di confettura. Semplicemente buonissima e golosa. La versione rivisitata della classica crostata della nonna vi sorprenderà. Perfetta per tutta la famiglia.

Ingredienti

  • 500 g farina 00
  • 250 g burro, freddo a pezzetti
  • 1 uovo, + 1 tuorlo
  • 125 g zucchero a velo
  • 8 g lievito per dolci, 1\2 bustina
  • 1 scorza limone, grattuggiata
  • 1 pizzico sale
  • 400 g confettura di more, 1 vasetto grande

Preparazione

  • 1)
    crostata
    Foto di Alessandra Nicoli

    Nella ciotola di una planetaria con la ”foglia” setacciate la farina con il lievito, mettete il burro freddo a pezzetti ed il sale. Azionatela e fate girare fino ad ottenere un composto sabbiato, dove il burro non si distinguerà più dalle polveri e insieme avranno assunto un aspetto ”sabbioso”. Spengete la planetaria ed inserite l’uovo, il tuorlo, la scorza di limone e lo zucchero a velo. Riazionate la planetaria e girate il tempo necessario, giusto il tempo che si formi una palla di impasto. Coprite con della pellicola e mettete a riposare minimo 1 ora in frigo (qualche ora o tutta la notte sarebbe l’ideale).

  • 2)
    base crostata
    Foto di Alessandra Nicoli

    Finito il riposo riprendete la vostra frolla e dividetela in 4 parti. Stendete il primo pezzo facendo la base della vostra crostata quindi rivestite una teglia con della carta da forno e adagiateci la base di frolla sopra adattandola bene allo stampo e ritagliate la pasta in eccesso, forate con una forchetta la base e con un cucchiaio mettete uno strato sottile di confettura. Stendete il secondo pezzo di frolla per fare il secondo strato, quindi adagiatelo bene sopra la confettura e sui bordi ritagliando l’eccesso poi forate di nuovo con la forchetta e mettete un’altro strato di confettura. Ripetete questa operazione per un altra volta. Dopo aver messo l’ultimo strato di confettura (il terzo) finite la vostra crostata facendo delle losanghe e mettendole sopra. Richiudete bene i bordi e se necessario con  la pasta frolla avanzata fate il bordo.

  • 3)
    crostata con marmellata prima del forno
    Foto di Alessandra Nicoli

    Vi basterà fare un lungo salamino da mettere su tutta la circonferenza della crostata. Con la parte inferiore di una forchetta fissate bene i bordi facendo dei piccoli solchi tutti in torno (come nella foto). Cuocete nel forno preriscaldato a 180° se statico, altrimenti 160° se ventilato per 30\40′ (dipende molto dal proprio forno). La crostata a tre strati  è pronta quando assume un bel colorito dorato, necessario per far si che anche i strati all’interno siano cotti bene. Sfornate e lasciate freddare bene la crostata a strati prima di servirla e poi mangiarla.

Trucco da mamma

La crostata a strati si conserva fino ad 1 settimana sotto una campana di vetro.

Nutrition

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe