Baccalà al forno con patate e olive: la ricetta light che arriva dalla Puglia

    Il baccalà al forno con patate e olive è un piatto light, nutriente, ma davvero gustoso. Ecco la nostra ricetta.

    Merluzzo, stoccafisso, baccalà: tanti nomi, ma un’unica tipologia ittica. In effetti, le uniche differenze stanno nel fatto che il baccalà è merluzzo salato e lo stoccafisso è merluzzo essiccato all’aria. La ricetta del baccalà al forno con patate e olive è tipica in particolare della Puglia e, nello specifico, del Salento.

    baccalà patate olive
    Pinterest Photo

    Non tutti sanno che questo è un pesce quasi “leggendario”. Si dice che arrivò per la prima volta in Italia grazie all’opera di un mercante veneziano, Pietro Querini, che partì nell’estate del 1431 per raggiungere Nord della Norvegia, ma naufragò in quelle zone e venne a contatto con la produzione del merluzzo locale. Secondo la leggenda, quando  tornò a Venezia portò con sè ben cinquanta casse di stoccafisso, che si conservò perfettamente durante tutto il viaggio. In ogni caso, questo oggi è considerato uno dei piatti più leggeri che ci sia.

    Il baccalà al forno con patate e olive

    Esiste anche un “cugino” del baccalà al forno con patate e olive e cioè il baccalà alla frantoiana – conosciuto anche come bacalhau à lagareiroun piatto tipico portoghese. Non è certa la sua origine – secondo alcuni è riconducibile alle provincie di Beira Alta e Beira Bassa, mentre secondo altri l’origine di questo piatto è il Minho – ma in ogni caso prende il suo nome dalla grande quantità di olio di oliva utilizzato per la preparazione, che è molto simile al baccalà al forno con patate e olive. In ogni caso, ecco la nostra ricetta.

    baccalà patate olive
    Pinterest Photo

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 30 minuti

    Tempo di cottura: 60 minuti

    Tempo totale: 75 minuti

    Ingredienti:

    • 800 g di baccalà già ammollato
    • 800 g di patate a pasta gialla
    • 400 g di pomodori rossi San Marzano
    • 1 cipolla rossa di Tropea
    • 80 g di olive nere
    • q.b. Pane grattugiato
    • q.b. Pepe nero macinato al momento
    • q.b. Origano
    • q.b. Olio extravergine di oliva
    • q.b. Sale

    Preparazione

    1. Per questa ricetta serve baccalà già ammollato. Fatto l’ultimo ammollo, basta sciacquarlo bene e ricavarne dei pezzi di 4-5 centimetri di lato circa.
    2. A questo punto bisogna lavare le patate, pelarle e affettarle nello spessore di un paio di millimetri circa.
    3. Laviamo i pomodori fino a ricavarne una dadolata di un centimetro al massimo di lato.
    4. Peliamo la cipolla, affettiamola nello spessore di 3-4 millimetri e ricaviamo una dadolata fine. Poi snoccioliamo le olive e tagliarle a pezzi.
    5. Ungiamo una capace pirofila e cospargiamola di pangrattato. Successivamente disponiamo uno strato di patate, quindi una generosa macinata di pepe.
    6. Cospargiamo con metà dadolata i pomodori, metà cipolla, una manciata di origano, un filo d’olio e metà olive e disponiamo il baccalà a pezzi con un po’ di pepe ed un filo d’olio. Copriamo poi con le restanti patate, il restante pomodoro, un pizzico di sale, una macinata di pepe, l’origano e le restanti olive nere.
    7. In ultimo, inforniamo a 200°C per 1 ora.

    Trucco da mamma

    Per rendere il piatto ancora più gustoso, è possibile aggiungere un altro po’ di pangrattato prima di infornare il baccalà.

    INGREDIENTI