Glicemia alta? Scopri tutto quello che è meglio non mangiare!

Gennaio 23, 2021Denis Carito
Glicemia alta? Scopri tutto quello che è meglio non mangiare!

Scopri come tenere a bada la glicemia alta indagando le cause, i rimedi e l’alimentazione corretta, tutti gli alimenti da evitare. 

La glicemia non è altro che la quantità di glucosio presente nel tuo sangue. Esistono due tipi di stati di glicemia la prima è detta ipo-glicemia ovvero una carenza indicativa, l’altra si chiama iper-glicemia di glucosio nel sangue che, a lungo andare può creare non pochi problemi.

La glicemia

La glicemia si alza decisamente dopo aver consumato dei pasti e diminuisce vertiginosamente nei momenti della giornata nei quali sei digiuna. Un organismo sano di media riesce a mantenere un adeguato intervallo fisiologico, equilibrando stati nei quali la glicemia è più o meno alta.

Glicemia alta: i cibi da evitare assolutamente per stare meglio
(Adobestock photo)

La glicemia, riuscirai a misurarla grazie ad un’analisi di laboratorio con il cosiddetto Gluck o metro. La glicemia alta può causare diverse problematiche tra cui aterosclerosi, vasculopatia, ma soprattutto diabete tipo 2. I primi sintomi che appaiono di questa condizione sono principalmente un senso invasivo di stanchezza, una sete continua e soprattutto la lenta guarigione delle ferite anche più piccole. E quindi estremamente raccomandato rivolgersi al proprio medico e indagare mediante analisi del sangue, in particolare facendo l’esame della curva da carico di glucosio.

È possibile rivolgersi anche ad un dietologo che ti consiglierà una terapia alimentare per contrastare la glicemia alta, l’attività fisica è di fondamentale importanza e in casi di eccesso di peso è necessario dimagrire.

Cause

Ciò che fa più male e danneggia gli equilibrati livelli di glucosio nel sangue è sicuramente uno stile di vita sedentario una condizione di sovrappeso che porterebbe talvolta a rischi anche cardiovascolari.

Ciò che fa più male e danneggia gli equilibrati livelli di glucosio nel sangue è sicuramente uno stile di vita sedentario una condizione di sovrappeso che porterebbe talvolta a rischi anche cardiovascolari. È sicuramente un bene intraprendere un regime ipocalorico alimentare riducendo tutti quei cibi composti da zuccheri raffinati e troppo contenuto di carboidrati. Ricorda, gli alimenti a basso indice glicemico sono sicuramente i cereali integrali o non ricchi di fibre solubili, i legumi, e la frutta con un livello di dolcezza medio.

È fortemente indicato, per contrastare il valore alto della glicemia, consumare un numero di pasti da cinque a sette durante la giornata riducendo via via le calorie di ogni pietanza e distribuendole in modo armonioso nei pasti principali.

Tutto ciò che devi fare per incentivare l’abbassamento della glicemia

Sicuramente dovrai riferirti ai pasti, aumenta le fibre nella tua alimentazione, soprattutto quelle che appartengono alle verdure fresche e povere di calorie come finocchi, zucchine, lattuga, radicchio. Condisci i tuoi piatti con olio extra vergine di oliva, anche una buona dose di grassi contribuisce al controlla della glicemia. Non dimenticare le proteine come il pollo, il merluzzo, le uova, la ricotta fresca, formaggi freschi spalmabili e così via. 

Limita l’assunzione di alcolici e se devi scegliere opta per un bicchiere di vino rosso. Piccole porzioni di alcol potrebbero anche tenere a bada i livelli di glucosio nel sangue. Non dimenticare tutti i cibi ricchi di omega 3. Questi sono sicuramente lo sgombro, la sarda, l’aringa, il tonno, le alghe e simili.

albicocche per budino
Foto da Pixabay

Anche i semini giocano un ruolo importante. Infatti, l’acido alfa linolenico (ALA) lo trovi per di più nella soia, nei semi di lino, in quelli del kiwi e in quelli dell’uva. Anche gli antiossidanti possono dare il loro importante contributo, proteggono dai radicali liberi e combattono lo stress ossidativo.Poi ci sono le vitamine contenute negli ortaggi ma anche nei frutti rossi in quelli arancioni come le albicocche, il peperone, il melone, le pesche, la zucca, i pomodori e così via ma ci sono anche nei crostacei e nel latte.C’è inoltre la vitamina C fondamentale contenuta limoni, mandarini, pompelmi, arance, kiwi, peperoni, cicoria e così via ed infine la vitamina è contenuta nelle germe di grano, in quelle di mais, nel sesamo ma anche negli ortaggi.

Gli antiossidanti

È bene dare spazio anche agli alimenti ricchi di antiossidanti non vita che riesce a controllare il testo figurativo ottimizzare il funzionamento del metabolismo. Inoltre, funzione molto importante, riducono la digeribilità dei carboidrati. Li troviamo soprattutto in cipolla, aglio, ciliegie, agrumi ma anche nel melograno, nell’uva, nei frutti di bosco, nel vino, nei semi oleosi, nel tè, nei cereali integrali, nel caffè, nel cacao. È raccomandato far trascorrere un lungo lasso di tempo tra la cena e la colazione del giorno seguente poiché aumentando il periodo di digiuno si può tenere tranquillamente un miglioramento della glicemia.

Tutti i cibi da evitare tassativamente

Tra i cibi da evitare e eliminare troviamo sicuramente tutti quegli appartenenti alla macro categoria dei cibi spazzatura. È un male consumare esageratamente alimenti ricchi di carboidrati raffinati come pizza, pane, pasta, patate e così via. Tutti gli alimenti con un alto indice glicemico sono infatti i cereali raffinati, la crosta del pane, le bevande tipo succhi di frutta molto dolci, i vari snack e simili.

Inoltre è bene fare dei pasti leggeri ed evitare quindi eccessivamente abbondanti e comporre piatti in maniera equilibrata. Tra i vari macro nutrienti non è assolutamente necessario eliminare i carboidrati, sarà la scelta di questi a fare la differenza. Bisogna prediligere tutti quei cereali integrali che abbiamo pressoché dimenticato che non fanno parte come consuetudine della nostra alimentazione italiana. Ci riferiamo principalmente a grano saraceno, quinoa, riso basmati integrale, orzo, farro, couscous e così via.

Risotto con zucchine
Risotto con zucchine Foto:Adobe Stock

Limita le bevande zuccherate, liquori dolci, la birra. Anche tutti cibi ricchi di grassi non buoni quali formaggi grassi, la panna, determina di tagli di carne, salumi, oli simili a quello di palma, ma anche la margarina, gli snack dolci e salati, i prodotti da forno ma confezionati quanto piuttosto dedicati alle preparazioni genuini fatti in casa.

Rimedi contro la glicemia alta

Prima di tutto devi partire da una dieta sana ed equilibrata. Non dimenticarti di includere nella tua settimana una giusta dose di attività fisica, almeno tre o quattro volte alla settimana per un minimo di 30 minuti. L’attività motoria infatti riduce la quantità di zucchero nel sangue si riesce a migliorare la buona funzionalità del tuo metabolismo. Inoltre migliora il tuo stato ormonale ottimizzando la glicemia anche a riposo e promuovendo il tuo dimagrimento.

Tisane e ingredienti preziosi

Esistono anche moltissime tisane in grado di tenere a bada la quantità di glucosio nella troviamo anche nell’eucalipto, che possiede un effetto ipoglicemizzante grazie al contenuto cospicuo di poli fenoli antiossidanti. Anche il mirto il sambuco sono molto benefici in quanto hanno un’azione insulino-stimolante. Il ginseng è un valido alleato poiché riduce l’assorbimento dei carboidrati e metti il rilascio di insulina.

La dieta contro la glicemia alta

Intraprendere una dieta contro la glicemia significa riuscire a prevenire la conseguenza finale che è propriamente il diabete è una malattia purtroppo sempre più diffusa a livello mondiale. Ci sono alcune norme da portare avanti per evitare i picchi glicemici bisogna ricordare innanzitutto le cosiddette verdure, quelle caratterizzate da una bassissima quantità di zuccheri e ipocaloriche quindi, quelli a foglia verde, i legumi, le mele, le pere. 

Pomodori da sugo
Pomodori da sugo (Unsplash photo)

Uno degli alleati più benefici è sicuramente il pomodoro, ovviamente se consumato fresco e con un filo di olio extravergine grazie al suo alto contenuto di licopene è consigliato anche un alimento utile contro il tumore. Ricorda di consumare carboidrati integrali, ideali contro la glicemia e prediligere tutti gli alimenti, come suddetto, ricchi di fibre così da rallentare l’assorbimento di zuccheri nel sangue.

Inoltre, è bene ricordare di limitare le patate e tutti i prodotti avranno raffinato. Tutti gli alimenti dolci super calorici come ad esempio il gelato vanno estremamente limitati. Se non riusciamo a distoglierci dalle nostre abitudini alimentari non possiamo come primo step diminuire le dosi.

Sostituisci lo zucchero

Prova a favorire tutti sostituti dolci dello zucchero ma soprattutto naturali come ad esempio lo sciroppo d’agave, il miele, lo sciroppo d’acero 100% naturale, i datteri come frutta secca. Fai sempre una scelta oculata dei lipidi ovvero i grassi buoni di cui abbiamo prima parlato, ricchi quindi di omega 3. Raccomandata l’assunzione di olio extravergine di oliva di una buona dose quotidiana di frutta secca 30/40 g ma anche di avocado.

zucchero a velo glassa
Foto da Adobe Stock

Ricordati sempre che per intraprendere un discorso finalizzato al dimagrimento, un regime alimentare inquadrato secondo le tue esigenze fisiche hai sempre bisogno del presidio medico che, dopo una meticolosa indagine attraverso esami di vario tipo ti saprà indicare il giusto percorso da iniziare.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post