I legumi rimangono duri dopo la cottura? Avete usato l’acqua sbagliata

legumi
Foto da Unsplash

Lenticchie, fagioli, ceci, legumi in generale, un cibo sano, sempre più amato ma, ahimè, spesso non poi così facile da cucinare o, quantomeno, da cucinare a dovere. L’errore più comune? Scegliere l’acqua sbagliata.

I legumi sono senza dubbio un ottimo ingrediente, di quelli da avere sempre presenti nell’alimentazione di tutti noi, ma la loro preparazione, sfortunatamente, non risulta esser sempre così agevole.

In commercio i legumi si trovano per lo più secchi e così, molte volte, la cottura risulta poco agevole. Il risultato più comune? Un piatto di lenticchie, fagioli o simili troppo duro da mangiare.

Ma come mai? Dove stiamo sbagliando? Probabilmente da nessuna parte se non in una scelta apparentemente banale: l’acqua di cottura.

Il segreto per cuocere i legumi al meglio è scegliere la giusta acqua

acqua
Foto da Pixabay

Può sembrare infatti incredibile ma i consigli della nonna, come l’utilizzo del bicarbonato di sodio o dell’acqua piovana, trovano conferma negli studi che hanno plasmato la cucina più moderna.

Il grande nemico della cottura dei legumi è il calcio. Nelle acque della nostra città se ne trova in abbondanza ed esso purtroppo ostacola l’ammorbidimento delle molecole di pectina presenti sulla buccia dei legumi.

Fortunatamente però basterà una semplice aggiunta di bicarbonato, basico, per far precipitare il carbonato di calcio disciolto nell’acqua, permettendo ai nostri legumi di ammorbidirsi. Lo stesso risultato si ottiene con l’utilizzo dell’acqua piovana, naturalmente povera di calcio, anche se, ammettiamolo, raccogliere la pioggia in cucina ci viene oggi giorno un po’ meno spontaneo che in passato. Un’ottima alternativa potrà allora essere utilizzare acqua oligominerale (ottimo supporto anche per preparare il caffè perfetto) a patto di sceglierla con caratteristiche ben specifiche: basso residuo fisso, povera di calcio e pH leggermente basico. Sarà bene dunque controllare con cura l’etichetta.

Infine ecco alcuni piccoli consigli supplementari per cucinare i vostri legumi con un risultato veramente gustoso:

  • Lavare sempre con cura prima della cottura i vostri legumi
  • Cuocere in acqua oligominerale che sia almeno 3 volte il volume dei legumi e in recipienti adatti a cotture prolungate, ovvero a fondo spesso o di terracotta.
  • Aggiungere sale o eventualmente pomodoro solo a fine preparazione