Con le patate, alla napoletana, al carpaccio o al ragù: 4 modi buonissimi per cucinare il polpo

polpo cucinare
Foto di Alex Favali da Pexels

Il polpo è un mollusco che ben si presta ad essere preparato secondo diverse preparazione. Scopriamo i 4 modi diversi di cucinare il polpo attraverso questi 4 video tutorial.

Si avvicina il Natale e il polpo rientra tra gli alimenti che si possono preparare durante le feste o servito come antipasto, se si decide di preparare un menù a base di pesce, ma ottimo anche come secondo piatto.

Il polpo è un mollusco adatto ad essere cotto secondo diverse preparazioni, una fra le più tipiche è quella di accostarlo alle patate, un piatto che può essere servito come antipasto della vigilia, ad esempio, ma anche per il pranzo di Natale. Non solo, esistono anche altri modi di cucinare il polpo, come facendone un carpaccio, o il classico polpo alla Luciana.

Fondamentale sarà però scegliere quale mollusco andremo ad utilizzare, così come pulirlo con dovizia e soprattutto cuocerlo secondo determinati criteri per renderlo morbidissimo. Ma scopriamo di più.

Ecco 4 modi di cucinare il polpo: scopri le ricette

Chi l’ha detto che il polpo è un piatto prettamente estivo? Questo mollusco è ottimo da consumare anche in inverno, specie durante le festività. È infatti uno di quegli alimenti che sarà di sicuro apprezzato dai vostri commensali, specie se opterete per un cenone della vigilia o un pranzo di Natale a base di pesce.

Si tratta di un mollusco ricchissimo di sostanze nutritive fondamentali per il nostro organismo e con una bassa percentuale di grassi. Contiene molta acqua ed è un’ottima fonte di proteine, ottimo per chi segue una dieta ipocalorica perché in 100 grammi di prodotto ci sono circa 60 calorie.

Inoltre, fornisce potassio ideale per la salute del sistema cardio-circolatorio ed è una valida fonte di acidi grassi omega 3. Contiene poi magnesio utile per i muscoli e alleato importante contro le emicranie. Offre inoltre un buon apporto di ferro, utile per l’anemia e di selenio utile per il metabolismo. Non solo, nel polpo ci sono anche tante vitamine, in particolare la A utile per pelle e vista e la B12 fondamentale per la produzione di globuli rossi. 

Il polpo potrà essere servito sia come un gustoso antipasto, ma anche per condire la pasta, o direttamente come secondo. Vediamo subito le 4 gustose ricette.

1) Insalata tiepida di polpo e patate.

Un piatto semplice da preparare adatto per essere servito sia come antipasto che come secondo. Le patate infatti in questo caso possono fungere da contorno. Per prepararlo occorrerà immergere il polpo per almeno 3 volte in acqua bollente in modo da far arricciare i tentacoli. Poi si immerge completamente. Per ogni mezzo chilo di polpo serviranno almeno 20-25 minuti di cottura. In un’altra pentola invece mettiamo a bollire le patate. Una volta cotti, sia il polpo che le patate si taglierà tutto a dadini. Poi si condisce e si serve a tavola. Nel video qui sotto troverete tutti i passaggi della ricetta. 

 

2) Polpo alla Luciana. 

Si tratta di un’antica ricetta della tradizione napoletana per cuocere il polpo in umido, ovvero al pomodoro. Prende questo nome dal borgo di Santa Lucia dove viveva una comunità di pescatori che preparavano il pesce in maniera sana e genuina. Per prepararlo oltre al polpo servirà il pomodoro, quindi è bene sceglierlo di ottima qualità. In questo caso prenderemo dei pomodorini che dovranno essere circa un terzo del peso del polpo. Possiamo scegliere dei datterini, pachini o ciliegini. Poi serviranno capperi e olive meglio se di Gaeta. Olio, sale, peperoncino ed il gioco è fatto. Scopriamo i passaggi della ricetta nel video qui sotto. 

3) Carpaccio di polpo in bottiglia.

Un piatto delizioso e che stupirà i vostri commensali. Si tratta del carpaccio di polpo da preparare attraverso l’ausilio di una bottiglia di plastica. Dopo averlo accuratamente pulito basterà farlo bollire con odori e vino. Quindi una volta cotto, si dovrà, spezzettare e inserire all’interno di una bottiglia di plastica, ben lavata, a cui avremo tagliato il collo. 

Naturalmente il polpo non dovrà essere troppo caldo, e dovremo cercare di non lasciare spazi vuoti, cercando di pressarlo nella bottiglia così da non lasciare buchi. Possiamo poi aiutarci anche con un batticarne, quindi scoliamo tutti i liquidi. Avvolgiamo tutto nella pellicola stringendo bene, quindi mettiamo in frigorifero. Dopo qualche ora si tira fuori dal frigo e si affetta. Ad esempio si può fare la sera prima e tagliarlo a fettine fine il giorno dopo. Per condirlo potremo preparare una citronette al limone e prezzemolo, irrorarlo con il liquido e poi servirlo a tavola.  

4) Pasta al ragù di polpo.

Il ragù di polpo è ottimo per condire un piatto di pasta. Si tratta di una ricetta molto gustosa che delizierà il palato dei vostri commensali. Un primo piatto gustoso e straordinario. Dopo aver preparato e pulito il polpo seguendo gli accorgimenti che troverete nel video qui sotto, si andrà a cuocere con gli odori, che però non andranno aggiunti subito. Ecco tutto l’occorrente: 400 g di pasta, 800 g di polpo, una carota, mezza cipolla, una costa di sedano, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchiere di vino rosso, un cucchiaio di concentrato, 4 cucchiai di passata di pomodoro, un ciuffo di prezzemolo, olio extravergine d’oliva e sale. 

Nel video tutti i passaggi per preparare questa pasta squisita.