Spezie: ecco come introdurle nell’alimentazione dei bambini

Marzo 20, 2021Redazione

Quando si parla di spezie non si può non pensare ai profumi e ai sapori della cucina marocchina. In Italia però, faticano a emergere nelle nostre cucine: andiamo allora a scoprire se le spezie sono adatte alla dieta dei nostri bambini.

Premettiamo subito che l’Organizzazione mondiale della sanità consiglia l’utilizzo di spezie nell’alimentazione del bambino. Non è chiaro a che è età è bene introdurle.

C’è qualche esperto che afferma che già verso i 7 mesi sia possibile aggiungere alle pietanze la curcuma, lo zenzero e la cannella. Infatti, già nei primi mesi, il bambino acquisisce in modo veloce le variazioni alimentari, a differenza di ciò che succede verso i due anni, ove il bambino tende a non voler più assaggiare gusti nuovi.

L’unico accorgimento da tenere a mente è di introdurli, uno alla volta lasciando passare almeno una settimana prima di somministrare al bambino una nuova spezia, per scoprire nell’immediato eventuali intolleranze o allergie.

Logicamente, se durante la gravidanza e l’allattamento, la mamma ha consumato spezie è più probabile che il bimbo sia portato ad assaggiarle o sviluppi una predisposizione per certi sapori.

E’ necessario però, fare attenzione, in quanto ci sono spezie che vanno evitate ed altre che vanno somministrate solo dopo i due anni, in quanto, possono creare problemi gastrointestinali. Particolare attenzione infatti, si deve avere con il pepe, il peperoncino, rafano e paprika (tranne la paprika dolce).

Come fare per introdurre le spezie nell’alimentazione dei bambini?

Può succedere inoltre, che il bambino non sia invogliato ad assaggiare questi sapori esoteci. E’ bene quindi non forzarlo, anzi. Sarebbe opportuno invece, lasciare che il bambino tocchi e odori le spezie mentre cuciniamo, in modo da sviluppare una certa familiarità con esse.

Spezie in cucina

Un’altra idea, per avvicinare i bambini a questi sapori, può essere quella di cambiare spesso la tipologia di spezie che usiamo nei nostri piatti. In modo tale che nostro figlio individui i sapori che più lo aggradano e non creare una situazione di staticità alimentare.

Come conservare erbe spezie
Foto:Pixabay

Quindi, possiamo concludere dicendo che le spezie sono una fonte di nutrienti e antiossidanti importanti per la crescita del bambino. E’ necessario però, fare attenzione nel somministrarli, almeno per i primi mesi di vita però poi è utile introdurli, magari anche spolverando la frutta grattugiata con un po’ di cannella o anice, in modo che il bambino sviluppi un certo dinamismo in cucina.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post