Allerta grave per un lotto di biscotti: cosa si rischia

Dicembre 21, 2020Danila Franzone
latte e biscotti

Un lotto di biscotti è stato richiamato per un problema legato ad un ingrediente. Ecco ciò che dovresti sapere.

Gli amanti della prima colazione sanno bene come i biscotti siano uno degli alimenti più preziosi tra tutti. La loro fragranza li rende tra gli alimenti più amati di sempre e tra quelli più scelti dai bambini. Si tratta quindi di un prodotto estremamente importante che quando subisce un richiamo mette in allerta i consumatori ed in particolare le mamme.

Purtroppo, proprio in questi giorni, è giunto un richiamo che li riguarda. Scopriamo di quali si tratta e dei rischi che si corrono mangiandoli.

Allerta alimentare per un pacco di frollini: quali sono e cosa si rischia

allerte alimentari
segnale di divieto con coltello e forchetta – Fonte: Adobe Stock

Il richiamo che giunge dal sito del Ministero della Salute, riguarda dei frollini contenenti mais ed altri ingredienti, uno tra tutti non indicato nell’etichetta. Ma procediamo con ordine e scopriamo insieme i dati da conoscere.

  • Nome del prodotto: Frollini di mais con zenzero candito e olio essenziale di bergamotto
  • Marchio: On Le furezze
  • Lotto: E333/54
  • Scadenza: Maggio 2021
  • Confezione da 150 g
  • Produttore: Le Furezze di F. Iseppato
  • Sede dello stabilimento Via Alberto da Giussano 36, 37051, Bovolone (VR)
  • Motivo del richiamo: Errore sull’etichetta dove manca la dicitura riguardante il sesamo nero

Come molti sapranno, il sesamo rientra tra gli ingredienti in grado di scatenare reazioni allergiche. Per questo motivo l’assenza di dicitura in etichetta comporta un serio rischio per i soggetti allergici. Un problema che ha portato al richiamo del prodotto che i consumatori sono pregati di non mangiare. Il consiglio è quello di riportare i biscotti presso il punto vendita in modo da ottenere un rimborso o il cambio con un altro prodotto dello stesso valore.

Perché non si dovrebbe mangiare i biscotti

pericolo
segnale d pericolo – Fonte: Adobe Stock

La presenza di allergeni non dichiarati in etichetta può rivelarsi estremamente grave per i consumatori allergici. Per questo motivo è sempre bene non mangiare i prodotti sottoposti a richiamo.

Anche qualora non si fosse allergici, infatti, il prodotto potrebbe finire nelle mani di altri consumatori che inconsapevolmente potrebbero mangiarli. Sopratutto quando si hanno bambini è quindi opportuno evitare un simile rischio. Restando in tema di allerte alimentari, ricordiamo le più recenti che sono:

Continuate a seguirci per restare sempre informati sulle nuove allerte alimentari.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post