Le patate fanno davvero ingrassare? Dipende, ecco da cosa

Bistrattate, demonizzate e a tratti evitate peggio della peste, le patate si sono guadagnate una bruttissima reputazione quando si associano alla dieta. Ma fanno davvero ingrassare così tanto come si pensa o è più una leggenda metropolitana?

Ora che anche Pasqua – con annesse grigliate, colombe e uova di cioccolato – è finita incombe come uno spettro, peggio della dichiarazione dei redditi, la fantomatica prova costume. In queste ore, infatti, tutte corrono ai ripari alla ricerca di un’errata e drastica dieta fai da te per perdere tantissimi chili in pochissimo tempo in vista dell’estate.

Patate dieta
Le patate fanno ingrassare? – Mammeincucina.it

Motivo per cui insieme ai dolci e alla fritture scompaiono magicamente anche le patate, all’insegna di un’irreale alimentazione fit che si basa su presupposti sbagliati. Non serve, infatti, né eliminare in toto qualsiasi cibo ritenuto pericoloso né smettere di mangiare dall’oggi al domani. Il segreto è tutto nell’equilibrio: basta seguire una dieta leggermente ipocalorica, variegata ed equilibrata per ottenere risultati duraturi e a lungo termine.

In tal ottica, perfino la pizza o la cheesecake una volta alla settimana non solo è consentita, ma fa bene alla nostra salute. Dopo un mese infatti di sole verdure a vapore e petto di pollo alla piastra, il desiderio dei cosiddetti “cibi proibiti” si acuirà soltanto mandando a rotoli tutti i sacrifici. Ovviamente, come in tutte le cose, è necessario avere il senso della misura. Ma è vero che le patate fanno ingrassare soltanto? Ecco la verità.

Tutto quello che serve sapere sulle patate per una dieta più che consapevole e felice

Partiamo da una premessa fondamentale: non è tanto il cibo in sé, quanto la sua cottura a fare la differenza. Motivo per cui le verdure grigliate si possono consumare ogni giorno, ma in pastella no. E un discorso simile si può applicare anche alle patate che nel corso degli anni si sono guadagnate una bruttissima reputazione quando si associano alla dieta. Ovviamente, vanno limitate quelle fritte e le quantità esagerate – come per il resto degli alimenti – ma non sussistono conseguenze così nefaste come si potrebbe pensare.

Patate in una pentola con acqua
Patate bollite – Mammeincucina.it

Insomma, se si è a dieta non è vero che non si possono mangiare le patate. Come riportato dal mensile ‘Airone’, infatti, il loro consumo non solo è consentito, ma anche auspicabile, a certe condizioni però. Per evitare, infatti, l’alto indice glicemico, ovvero la concentrazione di zucchero nel sangue, le patate si possono consumare bollite, ma soprattutto “bisogna mangiarle fredde, con la buccia, e abbinarle a verdure che, grazie alle fibre, rallentano l’assorbimento degli zuccheri“, ha spiegato Greta Caprara, nutrizionista dello IEO di Milano.

Questo perché quando le patate sono caldissime “l’organismo riesce a tagliare meglio l’amido e la glicemia si alza più velocemente“. Per evitarlo, quindi, basta solo aspettare che si freddino un po’ in modo tale da rallentare la velocità con cui gli zuccheri si liberano nel sangue. E ovviamente, se si consumano non vanno aggiunte altre fonti di carboidrati come pane, pasta e mais.

Gestione cookie