Menopausa precoce: che cos’è, i sintomi da riconoscere, come si contrasta

La menopausa precoce è a tutti gli effetti una patologia che come tale va diagnosticata da un medico; vediamo insieme quali sono i suoi sintomi e le cure farmacologiche. 

La menopausa è l’assenza di mestruazioni e quindi l’infertilità che si manifesta mediamente intorno ai 51 anni. Questo passaggio è un momento molto delicato per noi donne però sappiamo che è un cambiamento naturale del nostro corpo: si chiude un ciclo ma non la nostra vita! Quando però la menopausa si presenta precocemente, non è più solo un fatto naturale ma è una patologia.

Come contrastare la menopausa precoce e i sintomi da riconoscere
La menopausa precoce è in continuo aumento – mammeincucina.it

L’assenza permanente di mestruazioni prima dei 40 anni è la definizione esatta della menopausa precoce. Questa malattia è sempre più frequente in Italia e le cause non sono ancora così certe; una delle ipotesi fatte dai ricercatori americani è che l’inquinamento ambientale sia in parte responsabile perché fa diminuire i livelli di un ormone, l’estradiolo che regola la fertilità; ma ci sono anche motivi di ereditarietà, il fumo sembra contribuire molto come anche alcune malattie autoimmuni. Il  termine medico esatto è “insufficienza ovarica precoce” in quanto l’organismo non produce più estrogeni: gli ormoni sessuali femminili.

Sintomi per capire se stiamo entrando in menopausa precoce e trattamenti

Il primo segnale è l’irregolarità e la variazione del flusso del ciclo mestruale che spesso sottovalutiamo ma è invece molto importante: nelle prime fasi spesso il ciclo mestruale è abbondante e può arrivare anche ogni 20 giorni, poi però può saltare un mese. Un altro sintomo che possiamo constatare è la secchezza vaginale provocata dalla diminuzione della produzione di estrogeni, che può causare dolori durante i rapporti sessuali e infiammazioni della mucosa vaginale. Possono verificarsi anche disturbi del sonno, alterazioni dell’umore e sensazione di ansia. A volte può esserci anche un aumento di peso e la secchezza della pelle, tutti sintomi che devono portarci a consultare un medico per avere la diagnosi esatta.

Diagnosi sintomi e trattamento della menopausa precoce
Scopriamo i sintomi ma soprattutto le cure per la menopausa precoce -mammeincucina.it

Una volta che il ginecologo, visita la paziente, avrà compreso di trovarsi di fronte a questa patologia, per fare una diagnosi certa prescriverà alcuni accertamenti: prima di tutto un test di gravidanza per escludere questa possibilità e poi una serie di prelievi ematici che indagheranno i livelli di ormoni sessuali che regolano la fertilità. Quando la diagnosi sarà certa, il medico prescriverà degli altri esami per cercare le cause ed anche per arrivare a prescrivere la cura migliore. Per la menopausa precoce, se non vogliamo procreare, viene prescritta una terapia sostitutiva ormonale: assumiamo la quantità di ormoni che non produciamo più fino a 51 anni, cioè l’età giusta per andare in menopausa. Sarà comunque possibile avere una gravidanza tentando la fecondazione in vitro con ovociti di una donatrice e, una volta impiantato nell’utero, una terapia ormonale esogena per sostenere l’embrione.

Gestione cookie