Un cliente rivela uno retroscena da brividi sul famosissimo chef: “Mentre tagliava la carne…”

Un famosissimo chef è finito al centro di una polemica a causa di un commento di un suo cliente. Ecco di chi si tratta.

Essere chef al giorno d’oggi può assicurarti una carriera da urlo – vedi Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco, Giorgio Locatelli, tanto per restare in territorio italiano – ma questo ti espone anche a un’attenzione mediatica tale che tutto ciò che fai viene guardato con una lente di ingrandimento.

chef polemica
Mammeincucina Photo

Come chef Cannavacciuolo ha ammesso durante una puntata di MasterChef Italia, capita in questo lavoro di fare sempre tutto benissimo e poi di sbagliare una cosa sola male ed essere giudicare male per questo. Questo del resto è l’altro lato della medaglia, acuito ulteriormente quando si vive sotto le luci dei riflettori.

In effetti questo è un po’ ciò che è accaduto a uno chef famoso in tutto il mondo, intorno al quale è nata una polemica scatenata dal commento di un suo cliente. Ecco di chi si tratta.

La polemica nata attorno al famosissimo chef per un commento di un cliente

Lo chef in questione è Nusret Gökçe, conosciuto come Salt Bae, divenuto famosissimo negli ultimi anni praticamente in tutto il mondo.

Chef polemica
Twitter Photo

Nonostante la sua fama, non tutti conoscono la sua vera storia. Nato a Erzurum, in Turchia, lo chef, provenendo da una famiglia poverissima, quando frequentava la prima media fu costretto a lasciare la scuola per poter lavorare e aiutare concretamente i genitori dal punto di vista economico.

Decise così di diventare apprendista macellaio ad Istanbul. Successivamente volò poi in Argentina e negli USA e qui rimase dal 2007 al 2010 e accettò anche di “lavorare” gratuitamente, al solo scopo di imparare.

Terminato questo triennio, tornò in Turchia, precisamente a Istanbul, e qui aprì il suo ristorante, precisamente ad Istanbul.

Da allora sono passati circa 13 anni e sappiamo benissimo che dopo l’apertura di quel locale, ne sono seguite altre, praticamente in tutto il mondo. Oggi lo chef possiamo ristoranti a Istanbul, Abu Dhabi, Dubai, Doha, Dallas, Londra, Mykonos, Miami, New York, Los Angeles, tanto per citare alcune delle città in cui lavora.

Sappiamo tra l’altro che quest’anno verosimilmente aprirà un ristorante a Milano, come ha annunciato lui stesso su Instagram.

L’account @milanohafame non molto tempo fa gli ha chiesto quando avrebbe aperto il suo locale nel capoluogo lombardo e la sua risposta è non è tardata ad arrivare ed è stata breve, concisa, ma anche esaustiva: “L’anno prossimo”. Considerando che questo è accaduto nel 2022, possiamo facilmente capire che questo accadrà entro la fine di quest’anno.

Salt Bae, come abbiamo anticipato, è celebre in tutto il mondo soprattutto per la sua peculiare tecnica di salare la carne, divenuta ormai iconica: è infatti solito far rimbalzare i granelli di sale sul gomito prima di farli arrivare sulla carne.

Era il 7 gennaio del 2017 quando un video dal titolo “Ottoman Steak” comparì sul profilo Twitter del suo ristorante e divenne virale. Da lì, finì su Instagram solo qui ebbe circa 10 milioni di visualizzazioni. Ecco spiegato il suo soprannome Salt Bae.

Fin qui tutto benissimo, se non fosse che lo chef di recente è finito nella bufera per il commento di un suo cliente che ha generato una polemica.

La persona in questione, infatti, ha filmato una cena in uno dei suoi ristoranti: possiamo vedere chiaramente lo chef entrare nella sala, prendere il coltello, fare a fette la carne – dal modico prezzo di 600 euro – e imboccare direttamente con la lama il fratello.

Eppure qualcosa è andato storto a quanto pare: il recensore, infatti, subito dopo si è lamentato per il comportamento dello chef. Ha infatti scritto: “Mentre tagliava la carne parlava con qualcun altro e lo ascoltava dalle sue cuffiette wireless. (…) “Lo consiglierei? No”.