Ci prepari il Bloody Mary e il Moscow Mule per un happy hour da sballo, ma sapevi che con gli stessi ingredienti rimuovi anche lo sporco più ostinato?

Prima ci facciamo un bell’aperitivo cara mamma e poi con gli alcolici che avanzano puliamo a fondo casa. Non crederai ai tuoi occhi, lo sporco ostinato sarà solo un ricordo lontano.

Il calcare, è un nemico difficile da combattere, ma per scrostare i tuoi rubinetti non devi necessariamente affidarti ai prodotti chimici e inquinanti. Puoi eliminarlo facilmente in maniera efficace anche usando ingredienti naturali, un po’ come la cenere.

Pulire con gli alcolici
Pulire con gli alcolici lo sporco  – Mammeincucina.it

Il componente principale del calcare, infatti, è il carbonato di calcio che si trova naturalmente disciolto nell’acqua corrente e in concentrazioni differenti, che determinano la durezza dell’acqua. Se ci si dimentica, quindi, di asciugare i rubinetti e le superfici, quando l’acqua evapora restano solo i residui minerali che, accumulandosi, creeranno le fastidiose ed antiestetiche incrostazioni di calcare.

Allo stesso modo, anche all’interno della lavatrice rimangono tracce d’acqua che col tempo si trasformeranno in calcare. Se si interviene quotidianamente con rimedi naturali, però, è possibile mantenere elettrodomestici e rubinetti sempre come nuovi. Se invece si tralascia e si rinvia questa pulizia, si formeranno inevitabilmente le incrostazioni di calcare, che saranno poi particolarmente difficili da eliminare.

Ma oltre alla questione estetica, c’è quella del mancato scambio termico, a causa del calcare che funge da isolante all’interno degli elettrodomestici che usano acqua, come esempio la lavatrice, lo scaldabagno e la caldaia. Questo influisce negativamente sulle nostre tasche, proprio perché aumenta anche la spesa elettrica.

E poi, nel tempo, il calcare danneggia e rovina le guarnizioni, causa rotture di vario tipo e danni alla rete idrica. Proprio per questo, è molto importante porre rimedio, rimuovendo il calcare regolarmente, per evitarne l’accumulo. Che ne dici allora di un aperitivo cara mamma?

Tre consigli e trucchi per rimuovere calcare e sporco ostinato in modo naturale: non ci crederai!

Il calcare salta subito all’occhio per le macchie bianche che lascia sui rubinetti, sui vetri del box doccia e tutti le superfici o ripiani del bagno e della cucina. Ma colpisce anche le piastrelle e l’interno degli elettrodomestici delle nostre case.

Come pulire il calcare
Come pulire il calcare -Mammeincucina.it

In commercio esistono molti prodotti che ci vengono in soccorso per eliminare il calcare, ma sono chimici e altamente inquinanti, dall’impatto e dalle conseguenze negative sull’ambiente. Eppure, sapevi che esistono delle valide alternative?

Per esempio il pomodoro, con cui si può preparare anche un ottimo Bloody Mary, è un ottimo anticalcare naturale! Sarà sufficiente poggiare sulle superfici interessate alcune fettine. Lasciale agire per una ventina di minuti e poi, usando una spugnetta, strofina bene, con forza fino a togliere le macchie.

Dopo, procedi sciacquando con abbondante acqua tiepida. Se è un calcare più ostinato e datato, però, potrebbero volerci tante applicazioni prima di risolvere il problema.

Se non hai pomodori in casa potrai usare, in alternativa, il cetriolo, un altro rimedio naturale molto efficace. Al pari del pomodoro, basterà tagliare alcune fettine di cetriolo e strofinarle sulle macchie di calcare. Lasciale agire per alcune ore e poi con una spugnetta immersa in acqua e limone tiepido rimuovi le incrostazioni. Se il calcare non va via completamente, dovrai ripetere l’operazione più volte con diverse applicazioni.

E infine prova qualcosa di insolito ma altrettanto utile: la vodka! Questo particolare ed originale rimedio, oltre a essere l’ingrediente principe del Moscow Mule, è adatto, soprattutto, per pulire i rubinetti di casa. Immergi dentro una bacinella con la vodka un panno già inumidito con acqua e usalo per avvolgere il rubinetto. Dopo un’ora toglilo, pulisci con una spugnetta e infine sciacqua con acqua tiepida.