Emergenza larve 🪱 nel pesce: questa volta sono a rischio ❌ tantissimi lotti!

Questa volta siamo di fronte a una vera e propria emergenza larve nel pesce che ha raggiunto il suo apice. Sono stati ritirati dal mercato tantissimi lotti. 

Non è la prima volta che ci occupiamo di larve nel pesce. Anzi, ultimamente il Ministero della Salute ha pubblicato diverse allerte, causa rischio fisico che è sempre lo stesso. In tutti questi casi di richiami ufficiali, infatti, abbiamo parlato della presenza di ospiti indesiderati all’interno del pesce che consumiamo più frequentemente.

Larve nel pesce
Larve nel pesce -Mammeincucina.it

Proprio perché la nostra Nazione è una Penisola bagnata quasi totalmente dal Mar Mediterraneo, la dieta che seguiamo – più o meno “naturalmente” – ha a molto a che vedere con quello che il nostro mare ci restituisce, in prevalenza pesce azzurro.

Fare questa precisazione o distinzione nel 2022 può sembrare in parte anacronistica, proprio perché grazie alla globalizzazione, non solo abbiamo allargato le nostre vedute alimentari, ma compriamo anche alimenti importati da qualsiasi parte del globo.

Col pesce, tuttavia, manteniamo un rapporto più tradizionale e a tratti “speciale”. Sappiamo quanto sia importante mangiare pesce e cerchiamo sempre la qualità migliore che corrisponde, nove volte su dieci, alla pescheria rionale o comunque ai prodotti freschi appena pescati dalle nostre coste.

Motivo per cui, consumiamo molto pesce azzurro che, oltre a essere buono, è fonte inesauribile di benefici per il nostro organismo. Si consiglia, infatti, di consumarlo almeno due volte alla settimana per prevenire malattie cardiovascolari, tenendo a bada nel sangue i livelli di colesterolo.

Eppure, ultimamente una vera e propria emergenza larve sta colpendo il pesce azzurro più amato dagli italiani. Tant’è che moltissimi lotti sono finiti nel mirino del Ministero della Salute.

Larve e pesce: il connubio da tantissimi lotti perduti

Il 21/12/2022 il Ministero della Salute ha pubblicato sul proprio sito un’allerta alimentare per le alici marinate dolci sott’olio a marchio “Eredi Panico di Panico Filomena”. Stiamo parlando delle alici commercializzate e prodotte sempre da “Eredi Panico di Panico Filomena” ,nello stabilimento di Via Alaia 57 a Somma Vesuviana in provincia di Napoli, le stesse che erano già state oggetto di allerta in precedenza.

Alici marinate dolci sott'olio ritirate per larve Anisakis
Alici marinate dolci sott’olio ritirate per larve Anisakis – @credits Salute.gov – Mammeincucina.it

Nello specifico, le confezioni che il Ministero ha ritirato dal mercato sono diverse, ovvero le vaschette da 150 – 180 – 314 – 330 – 900 grammi. Per quanto riguarda i lotti, invece, gli incriminati vanno dal 010922 al 111122, con qualsiasi data di scadenza o termine minimo di conservazione. Motivo per cui non vanno consumate tutte le confezioni che riportano uno dei lotti in etichetta.

Il motivo del richiamo, come dicevamo prima, si deve alla possibile presenza di larve Anisakis all’interno delle confezioni. Queste larve sono dei vermetti rosati o biancastri che possono causare febbre, vomito, crampi addominali e diarrea in caso di intossicazione alimentare.

Nel caso in cui, care mamme, abbiate acquistato una delle confezioni incriminate di alici marinate dolci sott’olio, riportatela presso il punto vendita in cui è stato effettuato l’acquisto per il corretto smaltimento del prodotto.