Metti le bustine di tè ☕ nello scarico del lavandino prima di andare a letto, al mattino ti sveglierai con una sorpresa! 😲

Non buttare le vecchie bustine di tè. Molti non lo sanno ma sono estremamente versatili: ecco come riutilizzarle.

Alcune di noi non vedono l’ora di gustarvi un bella tazza di tè caldo, ma poi spesso e volentieri gettiamo vie le bustine. Ma se vi dicessimo che possono essere riutilizzate?

bustine di tè nello scarico del lavandino
Mammeincucina photo

Proprio così. Basta metterle nel lavello insieme alla pila di pentole sporche e vedrete che risultato! Infatti le bustine di tè sono ottime per la pulizia e se il lavello della cucina è pieno di piatti sporchi che richiedono più di qualche spruzzata di detersivo per piatti, il tè potrebbe essere la soluzione che fa per voi.

Come riutilizzare le bustine di tè

Secondo gli esperti, il tè è un ottimo detergente grazie al suo alto livello di astringenza che lo aiuta a tagliare il grasso. Questo grazie ai tannini, ovvero i composti naturali presenti nelle foglie, che contribuiscono all’astringenza del tè se le foglie vengono messe in infusione troppo a lungo.

lavaggio piatti
Canva photo

Tornando ai piatti sporchi, vediamo come procedere. Il consiglio è quello di di immergere i piatti in acqua calda per tutta la notte con delle bustine di tè usate per facilitare la rimozione delle impurità. Se avete solo uno o due piatti problematici, un paio di bustine andranno bene, ma se si tratta di un lavandino pieno potreste aver bisogno fino a una dozzina di bustine di tè usate.

Come accennato in precedenza, le bustine sono estremamente versatili. Queste possono essere utilizzare per esempio per lavare i vetri, sempre grazie ai celebri tannini. Basta strofinare una bustina di tè umida su qualsiasi finestra, specchio o paio di occhiali che necessitano di essere puliti e passare un panno o un tovagliolo di carta.

Pochi lo sanno ma il tè è perfetto anche per eliminare i cattivi. Cosa accadrebbe quindi se mettessimo qualche bustina nello scarico del lavello? Grazie alle sue proprietà, il tè funge da potente deodorante naturale che permette di eliminare i cattivi odori, che si vengono  a creare nelle tubature, dove si accumulano batteri, cibo, oltre ai residui di sapone. Per procedere, usate due o tre bustine di tè inumidite e inseritele negli scarichi, lasciandole per lì per tutta la notte. Il mattino seguente vi sveglierete con una cucina profumata e senza traccia di odori sgradevoli.

E non è finita qua perché il tè nero può anche essere un ottimo modo per pulire i pavimenti in legno. Ammettiamolo, mettersi in ginocchio e strofinare una bustina di tè su ogni asse del pavimento sarebbe proprio un lavoraccio, quindi vi consigliamo di procedere in questo modo: fate bollire una pentola d’acqua e aggiungete cinque o sei bustine di tè.

Aspettate circa 10 minuti, aggiungete l’infuso al secchio e passate lo straccio. La miscela di tè e acqua dello straccio elimina ogni accumulo di sporco sui pavimenti. Attenzione, assicuratevi che il mocio sia umido e non bagnato e che i pavimenti vengano poi lucidati con un panno per ottenere la massima brillantezza.