Presenza di allergeni nella cannella 😨 il Ministero della Salute costretto a ritirare ❌ anche quest’altra nota marca

L’ultima allerta pubblicata sul sito del Ministero della Salute parla chiaro, è stato riscontrato il rischio di presenza allergeni in una nota marca di cannella. Il motivo, però, potrebbe non sorprendervi. 

Come canta una delle più importanti e immortali canzoni di Lucio Battisti: “Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?”. Insomma, care mamme, in questo momento, il monopolio delle allerte lo detiene sicuramente la cannella. In queste settimane infatti ci sono stati diversi richiami dal mercato.

Allergeni cannella
Mammeincucina photo

Dell’ultimo ve ne avevamo parlato solo un paio di giorni fa, ma è ancora tempo di cannella. Anche se il motivo – ve lo diciamo sin da subito care mamme – potrebbe non sorprendervi più di tanto. Ma andiamo con ordine.

Ultimamente, infatti, si sente parlare dello stretto connubio tra cannella e allergeni non dichiarati all’interno delle confezioni e pericolosi per la nostra salute. Nello specifico, l’allergene che sta creando abbastanza problemi ai produttori della spezia – fondamentale in questo periodo di preparazione prenatalizio – è l’anidride solforosa.

Come abbiamo già avuto modo di spiegare in altre occasioni, si tratta di un gas fondamentale per una corretta conservazione degli alimenti, data la natura prettamente industriale e massiva della produzione che ruota anche attorno alla “semplice” cannella. Insomma, tutto quello che troviamo anche nel nostro supermercato di fiducia è il risultato finale della più complessa macchina della grande distribuzione.

Tornando, all’anidride solforosa, il gas può essere anche pericoloso per chi ne è allergico. Può provocare problemi respiratori, diarrea, dolore addominale, dermatite e orticaria, potenzialmente problematici per i soggetti più a rischio come gli anziani.

Altro giro, altro richiamo: qual è la cannella richiamata dal Ministero della Salute?

Parlando ora del richiamo pubblicato sul sito del Ministero della Salute il 22/11/2022, partiamo subito da una considerazione importante. Il modello inviato a Salute.gov da parte dei produttori della cannella non è datato. Motivo per cui, non è possibile stabilire quanto tempo sia passato tra l’effettivo richiamo da parte dello stabilimento e la pubblicazione nel sito.

Cannella "Principio attivo"
(salute.gov.it photo)

Detto questo, occupiamoci dell’allerta. La cannella ritirata dal mercato è quella a marchio “Principio attivo”. E’ prodotta da Principio attivo Soc. Coop, nello stabilimento di Via Carriona 42 a Carrara, in provincia di Massa Carrara.

Nello specifico, stiamo parlando dei vasetti in vetro da 40 grammi. E i lotti bloccati, per possibile presenza di allergene di anidride solforosa all’interno non dichiarato in etichetta, sono ben tre.

  • Lotto 1224 con data di scadenza o termine ultimo di conservazione il 12/2023
  • Lotto 1246 con data di scadenza o termine ultimo di conservazione il 12/2024
  • Lotto 1253 con data di scadenza o termine ultimo di conservazione il 12/2024

In questo caso, però, a differenza dell’allerta sulla cannella a marchio “Pensa Bio”, il Ministero della Salute raccomanda a tutti i consumatori di non usare il prodotto. Nel caso in cui quindi abbiate nel vostro stipetto delle spezie, care mamme, uno dei lotti incriminati, non buttatelo e riportatelo presso il punto vendita in cui è stato effettuato l’acquisto per il suo corretto smaltimento.