Perché dopo la dieta si ingrassa facilmente? | Dott.ssa Ginevra Capone

Perché si ingrassa dopo la dieta? Dipende dal nostro metabolismo o a qualche errore che compiamo nell’alimentazione? Come si evita l’effetto yo-yo?

Al termine di un periodo di dieta si può riacquisire peso più o meno lentamente. A seconda della velocità con cui riprendiamo peso possiamo far risalire il fenomeno a cause di tipo differente.

perché si ingrassa dopo la dieta?
(Mammeincucina)

Purtroppo riacquisire il peso perso a costo di tanta fatica e di tante rinunce può essere molto frustrante per una persona che si è impegnata a lungo in una dieta dimagrante.

La conseguenza peggiore di questo stato d’animo può essere rassegnarsi completamente e smettere di tenere il peso sotto controllo.

Ovviamente si tratta di un errore, poiché il peso corporeo può essere sempre controllato e ridotto, a prescindere dalla nostra età, dal sesso o dalla nostra fisicità.

Ciò che conta davvero è fare sempre le scelte corrette dal punto di vista nutrizionale, evitando di commettere quegli errori che, sul lungo periodo, potrebbero rendere nulli gli sforzi fatti per dimagrire e finirebbero per sottoporre il nostro fisico a un ulteriore stress.

Perché si ingrassa dopo la dieta e come possiamo evitarlo?

Come già accennato le cause della ripresa di peso dopo la dieta possono essere diverse e dipendono da errori di tipo diverso che vengono commessi al termine di un periodo di controllo del regime alimentare.

ingrassare dopo la dieta
(Canva)

Il motivo per cui dopo la dieta si riprende peso rapidamente è estremamente semplice e non c’è bisogno di un grande scienziato per metterlo a fuoco. Se si interrompe bruscamente un regime alimentare ipocalorico (cioè la classica dieta dimagrante) e si riprende a mangiare esattamente come prima, si ingrasserà rapidamente.

Nel momento in cui terminiamo una dieta dobbiamo resistere con tutte le nostre forze alla tentazione di ritornare esattamente alle stesse abitudini alimentari di prima. Il motivo è che il nostro regime alimentare abituale, cioè quello pre – dieta è quello che ci ha messo nelle condizioni di aver bisogno di una dieta!

Bisogna inoltre tener presente che, dopo una dieta dimagrante il nostro peso dovrebbe essere calato. Dato che il nostro metabolismo basale (cioè la quantità di energia che consumiamo a riposo) dipende anche dal nostro peso corporeo, dopo essere dimagriti consumiamo meno calorie di quanto facessimo prima. Questo significa che riprendere peso dopo essere dimagriti è ancora più facile se si riprendono le stesse identiche abitudini alimentari pre dieta.

Se il peso viene riacquisito lentamente, invece, si tratta di un errore più lieve dal punto di vista della gestione delle calorie. Molto spesso semplicemente “ci siamo rilassati” mentalmente e abbiamo cominciato a non pesare più gli alimenti o a prestare meno attenzione alle quantità. In questo modo acquisiremo una piccola quantità di peso ogni giorno, quindi i nostri cambiamenti fisici saranno visibili solo sul lungo periodo.

Inoltre non bisogna dimenticare che il corpo potrebbe aver rallentato leggermente il proprio metabolismo a causa di una dieta ipocalorica prolungata. Si tratta di una reazione del tutto normale quando si segue una dieta dimagrante, per questo è sempre opportuno sostenere il metabolismo facendo attività fisica.

Per evitare la spiacevole sensazione di aver sprecato tempo e fatica per perdere dei chili con il rischio di riprenderli subito, è necessario seguire con la massima attenzione una dieta di mantenimento.

Una dieta di mantenimento è un piano normocalorico bilanciato che cioè consente di mantenere un’alimentazione sana molto lungo, possibilmente per il resto della nostra vita.

Una dieta di mantenimento ci spinge cioè ad acquisire nuove abitudini, a limitare drasticamente i comportamenti alimentari poco sani e a mantenere il peso sotto controllo per molti anni a venire.

Questo significa che un buon nutrizionista formulerà la dieta di mantenimento con la stessa attenzione con cui ha formulato la dieta dimagrante. Questo poiché conosce perfettamente l’importanza della dieta di mantenimento nella conservazione dei risultati raggiunti ma anche del benessere psicofisico di un paziente sul lungo periodo.


Articolo redatto con la consulenza della Dott.ssa Ginevra Capone. 

Hai domande da porre alla nutrizionista di Mammeincucina.it? I contatti della Dott.ssa Capone sono a tua disposizione sulla sua pagina personale!