Bonus Rottamazione Tv: ecco a chi spetta e come ottenerlo

Il Bonus Rottamazione Tv è un’agevolazione introdotta di recente per favorire il corretto smaltimento dei rifiuti elettronici e l’acquisto di nuovi apparecchi compatibili con gli standard introdotti di recente. Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Il Bonus Rottamazione Tv 2022 è un nuovo incentivo introdotto per favorire l’acquisto di apparecchi compatibili con il nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre DVB-T2 – HEVC MAIN 10.

Bonus Rottamazione TV
Canva Photo

Cos’è esattamente il nuovo standard? Trattasi di un sistema di trasmissione più efficiente introdotto in seguito al passaggio dall’analogico al digitale terrestre. Questa tecnologia consente di risparmiare banda e di ottenere risultati migliori sia in termini di audio che di video.

Sappiamo infatti che la Comunità Europea ha disposto la cessione della banda 700 MHz alla telefonia mobile e quindi il passaggio al DVB – T2 è diventato fondamentale. Solo così le emittenti TV potranno continuare a trasmettere la stessa quantità di canali.

Sappiamo inoltre che entro il 30 giugno saranno riorganizzate tutte le reti in Italia e quindi ovviamente a questo questo Bonus può essere ancora più utile.

Quindi, detto ciò, cos’è esattamente il Bonus Rottamazione TV? Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Bonus Rottamazione Tv: tutto ciò che c’è da sapere

Il bonus rottamazione TV è un’agevolazione che permette a chiunque debba rottamare la televisione – che però sia stata acquistata prima del 22 dicembre 2018 – di ottenere uno sconto sull’acquisto della nuova tv.

Bonus Rottamazione TV
Canva Photo

Questo è nato per favorire un corretto smaltimenti di rifiuti elettronici, quindi possiamo affermare che sia stato introdotto sia per aiutare i cittadini italiani che per preservare il Pianeta.

Il Governo, per questa agevolazione, ha messo a disposizione circa 250 milioni di euro e sappiamo che questo sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022 oppure all’esaurimento delle risorse stanziate.

Il bonus rottamazione TV in ogni caso sarà operativo dal 23 agosto. Ma chi potrà beneficiarne?

Innanzitutto dobbiamo precisare che è rivolto a tutti i cittadini e non prevede limiti di ISEE. Ma comunque è necessario avere tre requisiti fondamentali per poterlo richiedere:

Per usufruire del contributo è necessario essere in possesso di 3 requisiti:

  •  essere residenti in Italia
  • rottamare correttamente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018
  • essere in regola con il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione.

Hanno inoltre diritto a questa agevolazione le persone fisiche esenti dal pagamento del canone al servizio di radiodiffusione che hanno un reddito familiare annuo non superiore a 8 mila euro e che al 31 dicembre 2020 non abbiano più di 75 anni.

Dobbiamo inoltre precisare che ogni nucleo familiare potrà richiedere un solo bonus.

In cosa consiste esattamente il bonus? In uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto della televisione nuova. C’è però un tetto massimo, che ammonta a 100 euro.

Questa agevolazione è comunque cumulabile al Bonus Tv Decoder, l’agevolazione nata per l’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC).

La cosa da ricordare è che prima di procedere alla rottamazione, per ottenerlo, bisogna compilare un modulo di autodichiarazione che certifichi il corretto smaltimento.

Come si fa? Recandosi presso rivenditori che abbiano aderito all’iniziativa ad esempio, a cui potrai consegnare la vecchia tv, ottenendo contestualmente la nuova.

In alternativa, potrai recarti presso un’isola ecologica autorizzata a cui dare la tv vecchia. In questo caso sarà l’addetto del centro di raccolta RAEE a convalidare il modulo, con cui potrai recarti presso i punti vendita aderenti e fruire dello sconto sul prezzo di acquisto.

Come abbiamo detto, questo Bonus diventa ancora più utile oggi, dal momento che dal 30 giugno ci saranno dei cambiamenti molto importanti nel segnale che riguarderanno tutti gli italiani.

In ogni caso, adesso sappiamo che c’è un ulteriore incentivo per tutti i cittadini e che quindi in questo modo tutti potranno avere un apparecchio nuovo.