Bonus Centri Estivi: chi può richiederlo e come ottenerlo

A breve sarà possibile iniziare ad effettuare le domande per il Bonus Centri Estivi. Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione possono inoltrare la domanda per il Bonus Centri Estivi sul sito dell’INPS 2022 entro il 20 giugno 2022.

Bonus Centri Estivi
Canva Photo

Di cosa si tratta? Di un contributo – totale oppure parziale – che copre fino a 100 euro a settimana per massimo 4 settimane.

Questa agevolazione è stata introdotta per rimborsare l’iscrizione a centri estivi in Italia di bambini tra i 3 e i 14 anni.

La graduatoria sarà stilata in base al valore ISEE del nucleo familiare. Sappiamo che c’è tempo fino alle 12 del 20 giugno per fare domanda sul sito dell’INPS.

Ma in cosa consiste esattamente il Bonus Centri Estivi? Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Bonus Centri Estivi: tutto ciò che c’è da sapere al riguardo

Di recente è stato pubblicato il bando che regola il Bonus Centri Estivi, grazie al quale possiamo venire a conoscenza di tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.
Bonus Centri Estivi
Canva Photo
In primis, sappiamo che questo è destinato ai figli di dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla Gestione dipendenti pubblici di età compresa tra i 3 e i 14 anni. Rientrano tra i beneficiari anche  i figli regolarmente affidati e gli orfani.
Come abbiamo anticipato, si tratta di un rimborso – totale oppure parziale – che copre la permanenza dei bambini nei centri estivi per massimo 20 giorni e vi è comunque un tetto massimo di 100 euro a settimana.

Ma cosa copre esattamente il Bonus Centri Estivi? Ecco tutte le attività:

  • le attività ludico-ricreative-sportive previste;
  • il vitto (merende e pranzo);
  • eventuali gite;
  • altre attività previste nel programma del centro;
  • copertura assicurativa.
La domanda dovrà pervenire entro il 20 giugno sul sito dell’INPS ed entro il mese successivo – cioè esattamente fino al 20 luglio – uscirà la graduatoria definitiva.
Come fare domanda? Accedendo al sito dell’Istituto, cliccando su “Domande Welfare in un click” e poi selezionando “Centri estivi 2022”.

Specifichiamo che per presentare la domanda i richiedenti devono essere in possesso di credenziali SPID, CIE o CNS. Al contempo ovviamente bisognerà presentare l’ISEE, che è uno dei parametri principali su cui si baserà la graduatoria finale.

Dobbiamo specificare, infatti, che sarà data precedenza alle famiglie con ISEE più basso, agli orfani e alle persone con disabilità, per cui sono previsti 500 posti.
Gli altri beneficiari saranno poi inseriti in graduatoria con ISEE crescente.
In base a cosa è determinato l’indennizzo? In percentuale, partendo dall’importo più basso tra contributo massimo erogabile (che è di 100 euro, ricordiamo) ed il costo settimanale del centro estivo.
In ogni caso, i beneficiari dovranno, entro il 14 ottobre 2022, caricare sul sito dell’INPS tutt i dati relativi ad iscrizione, costo del centro, durata ed IBAN (su cui sarà versata la somma). A quel punto, l’INPS effettuerà i pagamenti entro il 31 dicembre 2022.
Dobbiamo anche specificare che il Bonus Centri Estivi non è compatibile né con i bandi Estate INPSieme in Italia 2022, né con quelli Estate INPSieme all’estero e con altri rimborsi per lo stesso sevizio erogati da altri enti.
In ogni caso, sappiamo che nel frattempo sono state anche inserite modifiche nel Bonus Sociale.
Restiamo comunque in attesa di scoprire la graduatoria finale per quello destinato ai Centri Estivi.