Presenza di ecstasy nello champagne, l’allerta che fa tremare un grande marchio, molto conosciuto e commercializzato

Ancora allerta, questa volta riguarda lo champagne, è stata ritrovata dell’ecstasy, scopriamo quale è il marchio coinvolto.

Ormai ogni giorno stiamo sempre a consultare il portale del Ministero della Salute per scoprire quali richiami e allerte sono presenti. Questa volta non si tratta di pasta, cioccolato, fragole, birra e acqua, ma dello champagne.

Champagne allerta
(Canva photo)

Già qualche mese fa ci fu un episodio che fece discutere tantissimo, 11 persone intossicate e un morto in Europa. Scattò subito l’allerta per le bottiglie di champagne contaminate da ecstasy. Le persone coinvolte erano dei Paesi Bassi e Germania. Nello specifico le persone coinvolte avevano consumato bottiglie di champagne da 3 litri di un marchio molto noto e consumato, parliamo del “Moët & Chandon Imperial Ice”. Scopriamo oggi quale è lo champagne coinvolto nella bufera.

Allerta champagne: ecco il marchio coinvolto

Ogni giorno ne scopriamo una, questa volta l’allerta riguarda di nuovo il noto marchio di champagne Moët & Chandon Imperial Ice. Il giorno 8 giugno 2022 il Ministero della Salute ha dichiarato che c’è un altro lotto di champagne coinvolto nella recente intossicazione da ecstasy che portò a 11 intossicati e un morto.

Champagne allerta
(Canva photo)

L’Italia non è coinvolto fino ad ora in questa allerta. Attraverso il Sistema di allerta rapida, è stata proprio la Francia ha comunicare quanto segue. In seguito ai controlli eseguiti dal persone esperte, si è riscontrato una cosa molto grave, all’interno dello champagne c’è il MDMA (3,4-methyl​enedioxy​methamphetamine).

Per essere chiari, questa sostanza è nociva per la salute dell’uomo, stiamo parlando dell’ecstasy. Negli ultimi anni, questa sostanza è si è diffusa in Europa, potremmo definirla tra i composti stimolanti e quelli allucinogeni. In seguito all’assunzione di ecstasy si possono verificare diversi effetti dai 30 ai 60 minuti dopo l’assunzione. Si può percepire subito un malessere, difficoltà respiratoria, inappetenza, paranoia e malumore. Di recente anche acqua in bottigliata di un noto marchio è stata ritirata dal mercato.

Per essere chiari, le persone esperte hanno dedotto dalle indagini che i tappi delle bottiglie di champagne sono stati manomessi, visto che non sono conformi a quelli dei tappi iniziali. Le bottiglie dello champagne sono state completamente svuotate e riempite con puro MDMA liquido. Come comunicato dal Ministero della Salute ecco lo champagne coinvolto:

Prodotto: Aggiornamento avviso – Champagne 3 litri

Marca: Moët & Chandon Imperial Ice

Sostanza/Rischio: MDMA (ecstasy)

Paese di origine: Francia, Belgio, Germania, Olanda

Numero lotto: LAJ7QAB6780004, LAK5SAA6490005

Chi dovesse avere in casa bottiglie di Moët & Chandon Imperial Ice, non deve assolutamente consumarle. Inoltre il Ministero spiega che le bottiglie coinvolte, ossia quelle manipolate hanno non solo un tappo diverso dalle altre, non solo anche le caratteristiche organolettiche diverse. Lo champagne ha un profumo diverso e un colore più scuro del solito, ma non presenta bollicine.