ALLERTA ALIMENTARE: ritirato noto integratore per rischio chimico

allerta alimentare
(Adobestock photo)

Allerta alimentare per noto integratore. Di quale si tratta e perché è pericoloso per la salute.

Chi ama prendersi cura di se, spesso e volentieri fa uso di integratori alimentari da associare ad una buona alimentazione e a dell’attività fisica. Si tratta di un modo per garantire tutti gli aiuti possibili all’organismo, al fine di farlo funzionare al meglio.

Purtroppo, anche in questi casi è importante prestare attenzione alle varie allerte che a volte possono arrivare per via di un ingrediente considerato pericoloso. Un problema che si è presentato proprio in questi giorni per un integratore solitamente usato per eliminare il gas e sgonfiare la pancia. A seguire tutte le informazioni per riconoscerlo.

Allerta alimentare per un integratore

allerta alimentare
(Adobestock photo)

L’annuncio arriva come sempre dal sito del Ministero della Salute e questa volta riguarda un integratore a base di finocchio, cannella, bamboo e altri ingredienti naturali.

LEGGI ANCHE -> ALLERTA ALIMENTARE per tranci di SALMONE: ecco cosa si rischia

  • Nome del prodotto: Lenicol
  • Produttore: Comple.Med
  • Confezione da 36 capsule
  • Data di scadenza: Gennatio 2023
  • Motivo del richiamo: Grave rischio chimico

Nel prodotto è stato riscontrato un quantitativo elevato di ossido di etilene presente in particolare nel componente bamboo. Per questo motivo, i consumatori che ne hanno acquistato la confezione, sono pregati di non assumerlo e di riportarlo presso il punto vendita al fine di ottenere un rimborso o un cambio.

Chi avesse già iniziato ad assumerlo è invitato a rivolgersi a proprio medico curante per spiegarli quanto accaduto e capire come muoversi in merito.

Perché è pericoloso assumere l’integratore sopra indicato: ecco cosa si rischia

allerta alimentare
(Adobestock photo)

Come spesso avviene ultimamente, a rende pericoloso l’integratore è l’ossido di etilene, un noto pesticida solitamente usato per gli alimenti al fine di tenere lontani insetti ed eventuali formazioni di muffe.

Si tratta purtroppo di una sostanza che ad alte dosi è anche cancerogena e nociva per i reni. Per questo motivo quando i controlli indicano una quantità superiore a quella stabilita per legge, la prima mossa è quella di provvedere al richiamo.

Come sempre, restare informati sulle varie allerte sia alimentari che legate a ciò che si assume ogni giorno, è il miglior modo per prendersi cura di se e della propria salute, nonché di quella dei propri cari.

LEGGI ANCHE -> ALLERTA ALIMENTARE grave per prodotto di TIGER: cosa si rischia

Continuate a seguirci per restare sempre aggiornati su richiami, allerte e ritiri di prodotti potenzialmente pericolosi dal mercato.