INSALATA CAPRESE: occhio agli ERRORI che potrebbero rendere imperfetta questa pietanza

Insalata caprese
(Freepik photo)

Se volete servire un’insalata caprese perfetta è importante conoscere gli errori che potrebbero rovinare la vostra cena.

Cosa c’è di meglio di un piatto fresco da gustare a cena soprattutto in vista dell’estate. L’insalata caprese è un piatto di una semplicità unica che si può servire sia come secondo che antipasto, ma non tralasciate mai nulla, dietro l’angolo l’errore è sempre in agguato. Basta poco una mozzarella non fresca o che rilasci troppa acqua che potrebbe compromettere la pietanza. Visto che l’insalata caprese è piatto spesso presente sulle nostra tavole, sarebbe opportuno conoscere questi errori per evitarli, scopriamoli.

Insalata caprese: errori che devi evitare

L’insalata caprese è una ricetta non solo gustosa e invitante, che spesso si servirà a tavola quando iniziano ad alzarsi le temperature ma si possono preparare delle varianti alternative.

LEGGI ANCHE->Caprese con melanzane: si prepara con 3 ingredienti ed è pronta in soli 10 minuti

pomodori
(Freepik photo)

Quindi se volete servire un piatto a regola d’arte ecco cosa non dovete fare.

1-Non far sgocciolare la mozzarella. Se non volete ritrovarvi nel piatto con l’acqua rilasciata dalla mozzarella allora è necessario farla sgocciolare in un colino anche per 10 minuti.

2-Qualsiasi mozzarella. Se si vuole preparare l’insalata caprese è preferibile una mozzarella fresca preparata con latte di bufala o il fiordilatte che si prepara con il latte vaccino. E’ questione di gusto purchè sia di qualità, la scelta del fiordilatte è quella più comune perchè è meno grassosa e lascia meno liquidi. In questo caso potete impiattare direttamente senza far sgocciolare.

3-Pomodori troppo maturi. Un errore banale ma che potrebbe compromettere il piatto per un semplice motivo. Si sa che se affettate un pomodoro troppo maturo, rilascerà troppa acqua e la fetta non sarà compatta.

Prima di comprarli o affettarli toccateli, devono essere ben sodi e croccanti. Di solito sono consigliato quelli di Sorrento, ma non sono facilmente reperibili, optate per quelli rotondi grandi detti “cuore di bue” o “costoluti“. Certo che la dimensione è importante, se volete servire una caprese con ciliegine di mozzarella sono consigliati quelli piccoli così da creare un’omogeneità di dimensione. Ad esempio i datterini e ciliegini sono perfetti

4-Non asciugare i pomodori. Dopo aver lavato ed eliminato il picciolo sopra, asciugateli per bene con della carta assorbente da cucina.

5-Arricchire troppo. Eppure vero che si possono preparare tante varianti, ma arricchire con troppi ingredienti potrebbe farvi ricadere nell’errore, altrimenti servirete un’insalata mista e non di certo una caprese!

6-Condire in largo anticipo. Il consiglio è di condire la caprese qualche minuto prima di servirla, in particolar modo gioca un ruolo importante il sale che va messo solo sul pomodoro e non sulla mozzarella in quanto va ad alterare il sapore. Scegliete sempre l’olio extra vergine di oliva dal gusto equilibrato e non troppo fruttato.

LEGGI ANCHE->Olio extra vergine d’oliva, l’errore che ne rovina per sempre la fragranza

7-Conservare in frigo per diverse ore. Assolutamente no, la caprese va servita subito dopo la preparazione. Se dovesse accadere servirete un’insalata poco perfetta e saporita, per non parlare della mozzarella che si asciugherebbe troppo.

Ricordate infine di aggiungere delle foglie di basilico fresco e se gradite del pepe nero.