Come prepari gli gnocchi? Fai attenzione a non commettere questi errori!

gnocchi errori
(Adobestock photo)

Proprio sicura di cucinare gli gnocchi nel modo giusto? Oggi ti diremo come cucinare gli gnocchi di patate a regola d’arte evitando errori comunissimi.

Si parte dalla farina per poi arrivare alla cottura, molte di noi però non rispettano le regole. Anche gli gnocchi, come preparazione tradizionale, celano delle insidie, errori da evitare, ma basta mettere in pratica semplici accortezze prima, durante e dopo la preparazione.

Gnocchi: evitando questo saremo già a metà dell’opera

Come prima cosa dobbiamo evitare di usare delle patate troppo fresche, giovani, la consistenza gioca un ruolo fondamentale, le patate più vecchie risulteranno molto più ammorbidite, soprattutto quelle bianche, farinose a bassissimo residuo di acqua. Saranno proprio queste peculiarità a garantire un impasto più asciutto con una consistenza più corposa.

Gnocchi
(Adobestock photo)
  • Come sbucciamo le patate? il metodo ideale per sbucciare le patate è quello di lessarle intere con la buccia e, se volete risparmiare del tempo, potete semplicemente usare il forno a microonde. Il trucco è quello di bucherellare ogni patata con i rebbi di una forchetta e cuocere per circa tre minuti per lato a 750 W. Si può usare anche un comunissimo schiacciapatate e vi renderete subito conto che la buccia verrà via praticamente da se.
  • Occhio agli ingredienti. Bisogna dosare e pesare tutti gli ingredienti che serviranno per comporre gli gnocchi, compresi sale e uova, vanno amalgamati con ordine. La farina dovrà sempre essere tra il 20 e il 30% rispetto alle patate, questa è la giusta quantità.
  • Mettete o non mettete le uova? Se l’impasto risulta già essere abbastanza consistente potete anche evitare di aggiungere uova soprattutto se umido, sicuramente non ne avete bisogno. Ma per le amanti del sapore dell’uovo all’interno dello gnocco, aggiungete pure. Dosi? Un tuorlo per ogni kg di patate. Un consiglio? Salate solo l’acqua di cottura. 

Pazienza e mantecatura

  • Una volta che l’impasto sarà ultimato, non cuocete subito gli gnocchi, lasciateli riposare tranquillamente su un vassoio, ben posizionati l’uno distante dall’altro ed eventualmente copriteli con un bel panno di cotone asciutto e pulito. Il tempo non è determinato, lasciateli riposare quanto più ritenete opportuno purché riposino. Dopodiché, quando l’acqua bolle, immergeteli e tirateli su grazie all’aiuto di una schiumarola. Ovviamente non li fate cuocere troppo, in questo modo eviterete che lo gnocco si sfaldi.
gnocchi errori
(Adobbestock photo)
  • Ora, mi raccomando, una volta ultimata la preparazione, lasciate scivolare gli gnocchi nel vostro condimento ma non mantecate troppo, fatelo con delicatezza, così da mantenere tutta la consistenza perfetta dello gnocco.